Università degli Studi di Trento
Sistema Bibliotecario di Ateneo - Servizio Fac. di Lettere

 

RES NOVAS
 2/2006 (LXXXVII)
Notiziario (saltuario) di umanesimo digitale

-Siti di interesse umanistico
-Varia
-Info  (comprese: nuove accessioni)
-Risorse elettroniche   (cdrom e abbonamenti online)
-Arretrati

Per ricevere il notiziario in posta elettronica scrivere al curatore inviando il proprio indirizzo email

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°


 
  

 

 

 

SITI DI INTERESSE UMANISTICO

 


REAL ACADEMIA ESPAÑOLA - Departamento de Banco de Datos

 

http://www.rae.es/

 

"La Real Academia Española trabaja desde 1993 en un Banco de datos del español, estructurado en dos secciones: una diacrónica, que pretende ser una muestra representativa de nuestra lengua a lo largo de su historia, y otra sincrónica, dedicada a recoger el español de uso de los últimos años y sus variantes en todos los países en los que nuestra lengua se habla. Estas dos secciones, el Corpus diacrónico del español (CORDE) y el Corpus de referencia del español actual (CREA), ofrecen un conjunto de unos 410 millones de registros.
El Banco de datos recoge el español que se emplea o se empleó en todos los territorios de habla hispana y en todas las épocas de su historia. Es importante el peso concedido al español de América, que se divide en seis grandes zonas lingüísticas, y supone un 50% del número de registros. Además, los dos corpus se estructuran según una serie de hipercampos o géneros, que incluyen tanto la lengua literaria como la no literaria." (cit. dal web propr. 20/1/2006)
 

-------------------------

 

DEVELOPING LINGUISTIC CORPORA - A guide to good practice

 
http://www.ahds.ac.uk/creating/guides/linguistic-corpora/

 
"The Arts and Humanities Data Service (AHDS) has published this guide to good practice, 'Developing Linguistic Corpora' and a free online version is made available here (a print version may be purchased from this site). The Guide is edited by Martin Wynne from the Literature, Languages and Linguistics branch of the AHDS, which is hosted by the Oxford Text Archive.
A selection of experts in various areas of corpus construction offer advice in a readable and largely non-technical style to help the reader to ensure that their corpus is well designed and fit for the intended purpose. This Guide is aimed at those who are at some stage of building a linguistic corpus. Little or no knowledge of corpus linguistics or computational procedures is assumed, although more advanced users will also find the guidelines useful.
The site contains the following chapters: Corpus and Text: Basic Principles; Adding Linguistic Annotation; Metadata for Corpus Work; Character Encoding in Corpus Construction; Spoken Language Corpora; Archiving, Distribution and Preservation; Appendix: How to make a corpus; Bibliography." (cit. da Humbul 21/2/2006)
 

-------------------------

 

NATHANIEL HAWTHORNE HOMEPAGE

 

http://www.eldritchpress.org/nh/hawthorne.html

 

"The Eldritch Press Nathaniel Hawthorne Homepage is an information-rich website for researchers of this nineteenth century American author. From a comprehensive collection of biographical material to downloadable HTML texts of Hawthorne's novels and short stories, the site either includes or offers links to an impressive range of resources. Novels available for download include: 'The Scarlet Letter'; 'The House of the Seven Gables'; 'Twice-Told Tales'; 'Tanglewood Tales'; and 'The Life of Franklin Pierce'. The site also includes online editions of lesser known material, such as 'Passages from the French and Italian Notebooks of Nathaniel Hawthorne' (1883) and 'Passages from the English Notebooks of Nathaniel Hawthorne' (1870), both edited by his widow, Sophia Hawthorne.
The biographical material consists of a collection of essays, reflections, articles and bibliographies, while the 'Writings of Nathaniel Hawthorne' lists all first editions and magazine publications, early and recent criticism and a wide range of what is termed 'Hawthorneana'. There are resources for teachers, links to related material in other media and 'fun stuff', such as parodies, frequently asked questions and suggestions for locating material. This site is very straightforward to use and offers advice on the best way to download large files and to cite material to MLA guidelines. A very enjoyable and lively site."
(cit. da Humbul 1/3/2006)
 

-------------------------

 

CHLORIS

 

http://clvl.cla.umn.edu/chloris/

 

"Chloris è un database bibliografico, parzialmente ricercabile, dedicato all' archeologia della Grecia continentale e di Creta nell'età del Bronzo. Il materiale bibliografico è schedato primariamente secondo un criterio geografico, offrendo la possibilità di effettuare ricerche per località o per regione. Le sezioni principali sono Grecia continentale e Creta (in forma di database ricercabile per nome dell'autore, parole che appaiono nel titolo, parole chiave, anno di pubblicazione), Tera; questa sezione non è: stata ancora organizzata in forma di database e di presenta come una lunga pagina in HTML, nella quale i contributi sono schedati per autore, in ordine alfabetico) e Le Cicladi (anche questa sezione  è in formato HTML; i contributi sono suddivisi tra una sezione generale e sezioni specifiche dedicate alle singole isole dell'arcipelago; ancora una volta gli articoli sono elencati per autore, in ordine alfabetico).
Il sito offre anche una pagina di avvertenze, che in particolare informano sulla copertura della bibliografia, e da due piccole e schematiche mappe di Creta e del Peloponneso." (cit. dalla Rassegna degli Strumenti Informatici per lo Studio dell'Antichità Classica  21/3/2006)
 

-------------------------

 

 EOS - Electronic Open Stacks

 

http://www.lib.uchicago.edu/e/ets/eos/

 

"Electronic Open Stacks is an on-line repository of old archaeological books provided by the University of Chicago Library. The Web page contains links to several full text volumes in digital format. Most of the collection focuses on excavations and studies of Egyptian, Near East and Classical sites, but there are also some miscellaneous texts. Among the most important books are: the "Grammaire Egyptienne" by Champollion in its posthumous 1836 edition; the topographical dictionary of Rome by Platner; catalogues of mummies in the museum of Cairo; catalogues of Egyptian papyri conserved in Berlin; and a book on Hadrian's villa at Tivoli. All books have been scanned and are available as images preserving any illustration and the original layout. Apart from their historical value, the books publish fundamental archaeological excavations by pioneers and some are fundamental texts at the basis of our present knowledge. Experienced researchers only should use these books as they are outdated in some conclusions." (cit. da Humbul 21/3/2006)
 

-------------------------

 

MYSTERIES AT ELEUSIS

 

http://eleusis.library.cornell.edu/

 

Il database consiste in 840 immagini di iscrizioni su pietra provenienti dal santuario dei Misteri  Eleusini realizzate dal prof. Kevin Clinton del Department of Classics della Cornell University. Delle iscrizioni, composte da dediche votive, leggi e decreti, vengono forniti alcuni dettagli descrittivi, senza le traduzioni, e il riferimento più importante è quello relativo alla pubblicazione: il database va quindi considerato come un utile complemento a corpora già esistenti.

Le iscrizioni hanno una leggibilità ottimizzata da un accorto uso del bianco e nero. Le immagini, quasi tutte ad alta definizione, possono essere ricercate per: identifier, title, category, date, earliest date, latest date, material, relation, location, corpus, serials, citation, keywords, data field oppure all' interno dell' intero gruppo di 840. E' possibile adoperare lo zoom, copiare/incollare, stampare.
 

-------------------------

 

COMPARATIVE INDOEUROPEAN DATA CORPUS
 

http://www.ntu.edu.au/education/langs/ielex/HEADPAGE.html


"This is one of three hypertext pages introducing a data corpus consisting of lexicostatistical data on 95 Indo-European speech varieties (languages or dialects) prepared by Prof. Isidore Dyen of Yale University before 1970, together with some derived data. This data corpus is the basis for some publications, which are described in a second page. To put the data and these publications in context, a third page presents a brief history and bibliography of comparative lexicostatistics.
The data corpus presented here consists of several files, described briefly below. Each file consists of a text prologue followed by the data, and is a text file, i.e., a plain ascii file. The prologue of each file provides much more detailed information than that given below, including a list of the Indoeuropean varieties involved. The prologue of the first file, IE-DATA1, is particularly important, and contains information necessary for a full understanding of all the other files. This prologue is also available by itself as a separate file.
The groups of file descriptions are arranged in a natural order: the files in each group depend on data from file(s) in some previous group but do not depend on data from files in subsequent groups. Just by chance, the files are also in alphabetical order.
Clicking on any file name, where it appears as a link, will load that file into the browser window. Because some of these files are large, you may instead prefer to use the link in a different manner so as to copy the file into your computer (most browsers provide a method for doing this). The files can also be obtained by ftp." (cit. dal web propr. 22/3/2006)
 

-------------------------

 

FONTES RERUM REGNI BOHEMIAE

 

http://www.clavmon.cz/clavis/FRRB/

 

Contiene:  "Vita et passio sancti Wenceslai et sancte Ludmile ave eius" [Kristiánova legenda = Život a umučení svatého Václava a jeho báby svaté Ludmily] ed. Jaroslav Ludvikovsky;  "Fontes rerum Bohemicarum"  ed. Josef Emler (poi anche Ferdinand Tadra e Jaroslav Goll);  "Cronica Domus Sarensis Minor"  ed. Metoděj Zemek; "Cronica Domus Sarensis" ed. Jaroslav Ludvikovsky.

E' possibile cercare all' interno dei testi anche mediante l' uso degli operatori logici: all' uopo dispone anche di un thesaurus di nomi propri e parole comuni.

 

-------------------------

 

WEB GALLERY OF ART

 

http://www.wga.hu/index.html

 

"The Web Gallery of Art is a virtual museum and searchable database of European painting and sculpture from 12th to mid-19th centuries. It was started in 1996 as a topical site of the Renaissance art, originated in the Italian city-states of the 14th century and spread to other countries in the 15th and 16th centuries. Intending to present Renaissance art as comprehensively as possible, the scope of the collection was later extended to show its Medieval roots as well as its evolution to Baroque and Rococo via Mannerism. More recently the periods of Neoclassicism and Romanticism were also included.
The collection has some of the characteristics of a virtual museum. The experience of the visitors is enhanced by guided tours helping to understand the artistic and historical relationship between different works and artists, by period music of choice in the background...At the same time the collection serves the visitors' need for a site where various information on art, artists and history can be found together with corresponding pictorial illustrations. Although not a conventional one, the collection is a searchable database supplemented by a glossary containing articles on art terms, relevant historical events, personages, cities, museums and churches." (cit. dal web propr. 29/3/2006)
 

--------------------------

 

CODOLGA - Corpus Documentale Latinum Gallaeciae

 

http://corpus.cirp.es/codolga/


"O Corpus Documentale Latinum Gallaeciae nace co propósito de elaborar un corpus textual o máis completo e actualizado posible con toda a documentación medieval relacionada con Galicia en lingua latina desde o século VI ata o XV, ambos inclusive. Abrangue os textos recollidos nos cartularios e coleccións dos centros monásticos: Samos, Sobrado, Oseira, Celanova, Xubia, Lourenzá, Carboeiro, Caaveiro, Antealtares, San Martiño Pinario etc., así como documentación das sés catedralicias de Santiago, Mondoñedo, Lugo, Tui e Ourense.
Ata o de agora, resultaba imposible poder facer algún tipo de estudio exhaustivo a partir da documentación latina medieval galega ó completo, pois, espallada nos arquivos tanto provinciais e locais como estatais, estaría publicada en edicións máis ou menos restrinxidas topográfica e tematicamente e de moi diversa calidade: ás veces, vellas edicións de séculos pasados. Así mesmo, serían aínda moitos os inéditos hoxe, a pesares de que, afortunadamente, non cesan de saír do prelo novas coleccións que, paulatinamente, irán incorporándose ó corpus.
O proxecto materialízase nunha base de datos que conta a día de hoxe con moitos milleiros de rexistros. A infraestructura informática na que está inserida esta enorme cantidade de documentación permite realizar buscas de calquera palabra ou conxunto de palabras segundo diversos criterios, o que fai deste corpus textual unha ferramenta básica para investigacións de diversa índole: lingüística, literaria, histórica, cultural ou sociolóxica." (cit. dal web propr. 29/3/2006)
 

--------------------------


 

inizio

 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°
 
 

 

 

 

VARIA

 

 

HISTORICAL ARCHIVES OF THE EUROPEAN UNION 

"The Historical Archives of the European Union, administered by the European University Institute, Florence, has the mission of acquiring, conserving and making available to the public the archives, which are over thirty years old, emanating from the European Community Institutions for Coal and Steel, the Common Market and Euratom (High Authority and European Commission, Council of Ministers, European Parliament, Economic and Social Committee and Court of Auditors).
The same stipulations also apply to the European Court of Justice, however there has yet to be a transfer of the Court's documents to Florence. Equally the HAEU is interested in receiving, in the form of deposits or private collections, the archives of important personalities, movements or international organisations which played an important role in the construction of Europe." (cit. dal web propr. 17/2/2006)

http://www.iue.it/ECArchives/EN/

 

MDC - Memoria digital de Canarias

"MdC es el portal del patrimonio documental canario que proporciona acceso a todo tipo de documentación de o sobre Canarias, mostrando siempre los documentos completos, libre y gratuitamente, en forma facsímil. Con mdC la BULPGC ofrece a la sociedad en general acceso a documentación canaria mediante las últimas tendencias tecnológicas en el campo de la difusión y la conservación de la información, creando una colección digital pionera -en cuanto a ámbito regional- en nuestro país...El programa de digitalización de mdC, iniciado en 2002, es un ambicioso proyecto que pretende recoger todo tipo de documentación producida en Canarias, sobre Canarias, de autor canario o residente en nuestro Archipiélago, de cualquier época, inédita o publicada y sin distinción del tipo de soporte en que se encuentre o de la materia de que trate. El único límite lo constituyen las normas de la propiedad intelectual...MdC permite que cualquier persona, a través de Internet y de forma gratuita, pueda consultar, leer e imprimir todo tipo de textos. También es posible escuchar grabaciones sonoras con la debida fidelidad o visualizar imágenes y vídeos a pantalla completa. De esta forma mdCcontribuye eficazmente al conocimiento, divulgación y conservación electrónica del Patrimonio Documental de Canarias, ofreciendo además una apoyo eficaz a la labor educativa de todos los niveles: primaria, secundaria y universitaria, ya que permite, a usuarios de todas las edades y desde cualquier sitio, utilizar mdC para mejorar su nivel formativo mediante el acceso a la documentación canaria.
La colección se estructura en cinco secciones correspondientes a los diferentes tipos de soportes de los originales:
-Publicaciones: Libros, folletos, trípticos, revistas, hojas volanderas
-Manuscritos: Cualquier documentación textual no publicada independientemente de la técnica empleada
-Imágenes: Fotografías, láminas, grabados, carteles
-Audio: Conferencias, recitales poéticos, música
-Vídeo: Películas, documentales, cortometrajes" (cit. dal web propr. 20/1/2006)
http://bdigital.ulpgc.es/mdc/

 

FORUM ROMANUM

"Forum Romanum is a collaborative project among scholars, teachers, and students with the broad purpose of bringing classical literature out of college libraries and into a more accessible, online medium. Toward this end, we host a number of materials for students of the classical world, including texts, translations, and other pedagogical resources." (cit. dal web propr. 21/2/2006)

Il sito contiene un Corpus Scriptorum Latinorum, che comprende anche testi medievali e moderni; Outlines of Roman History di William C. Morey, Ph.D., D.C.L. New York, Cincinnati, Chicago American Book Company (1901); The Private Life of the Romans di Harold Whetstone Johnston, revised by Mary Johnston Scott, Foresman and Company (1903, 1932); A Grammar of Oscan and Umbrian di Carl Darling Buck,, Ginn & Company Publishers (Boston 1904): i capitoli successivi sono cliccabili a partire dall' "Introduction". Infine una genealogia degli dei della mitologia classica a partire dal Caos. 
http://www.forumromanum.org/index2.html

 

ARCHAEOLOGICAL GEOLOGY OF ANCIENT EGYPT

"This website by Prof. James A. Harrell of the University of Toledo, USA, focuses on the geology and archaeology of ancient Egyptian quarries. He presents a survey of rocks and quarries in his website, as well as an article on the 1150 BC Turin papyrus; which is considered the world's oldest geological map. The article is brief but thoroughly illustrated. A few other papers, such as "survey of ornamental stones used in pre-Mamluk mosques of Cairo" and a bibliography are also available. Researchers in Egyptology may find this website useful." (cit. da Humbul 21/2/2006)  

http://www.eeescience.utoledo.edu/Faculty/Harrell/Egypt/AGRG_Home.html

 

MEM - Middle East Medievalists

"Middle East Medievalists (MEM) is an international professional non-profit association of scholars interested in the study of the Islamic lands of the Middle East during the medieval period (defined roughly as 500-1500 C.E.). MEM officially came into existence on 15 November 1989 at its first annual meeting, held in Toronto...MEM has two primary goals. The first is to increase the representation of medieval scholarship at scholarly meetings in North America and elsewhere by co-sponsoring panels. The other principal objective of MEM is to foster communication among individuals and organizations with an interest in the study of the medieval Middle East. MEM also hopes, in the future, to advance the study of the medieval Middle East by undertaking such projects as scholar exchanges, conferences, etc." (cit. dal web propr. 22/2/2006)
http://www.middleeastmedievalists.org/

 

SDN - Society of Dix-Neuviémistes

"On 4 July 2001, following the annual conference of the Society for French Studies in University College Dublin, a meeting was held to inaugurate The Society of Dix-Neuviémistes (SDN). The aims of the society are: to provide a forum for the promotion and dissemination of research in nineteenth-century French and Francophone studies in the UK and Ireland; to encourage interdisciplinary and comparative approaches to the 'long' nineteenth century (1789-1914) in France and Francophone countries, embracing linguistic, literary, historical, cultural and philosophical perspectives; to foster nineteenth-century French studies in the postgraduate community; to organise an annual conference, and to establish an international, fully-refereed journal." (cit. dal web propr. 22/2/2006)

Pubblica il giornale "Dix-Neuf, Journal of the Society of Dix-Neuviémistes": a parte il numero corrente gli arretrati sono online a testo completo. Utile la pagina "Ressources sur le dix-neuvième siècle" che contiene tra l'altro: un forum, annunci di eventi e pubblicazioni, risorse sui vari aspetti del XIX sec. francese (dalla letteratura alla scienza, dalla lingua alla storia e società, dalla filosofia alla politica...), bibliografie, iconografie.
http://www.sdn.ac.uk/

 

THE SCIENCE FICTION FOUNDATION

"The Science Fiction Foundation was founded in 1970 by the writer/social activist George Hay and others as a semi-autonomous association of writers, academics, critics and others with an active interest in science fiction, with Arthur C. Clarke and Ursula K. Le Guin as patrons. Our aim is to promote science fiction and bring together those who read, write, study, teach, research or archive science fiction in Britain and the rest of the world. We also want to support science fiction, at conventions, at conferences and at other events which bring those interested in science fiction together.
Our main activities include publication of the journal Foundation: the international review of science fiction, and supporting the research library The Science Fiction Foundation Collection at the University of Liverpool. We have recently run successful conferences such as A Commonwealth of Science Fiction and the 2002 SFRA Conference, and published critical works on Ken MacLeod, Terry Pratchett and Babylon 5.
The four main objectives of the SFF are: to provide research facilities for anyone wishing to study science fiction; to investigate and promote the usefulness of science fiction in education; to disseminate information about science fiction; and to promote a discriminating understanding of the nature of science fiction." (cit. dal web propr. 1/3/2006)
http://www.sf-foundation.org/

 

ENCYCLOPAEDIA OF THE ORIENT

"The Encyclopaedia of the Orient is a one-stop online resource which covers all countries and cultures between Mauritania in the west and Iran in the east, Turkey in the north and Sudan in the south. It is exactly what the name indicates, an encyclopaedia...Everything is free. This time, and the next time you come back! The only change is that the next time you visit us, you will find more information. The Encyclopaedia of the Orient grows all the time.
The Encyclopaedia contains original material. What you read here is written for this publication, only. The content is updated on a weekly basis, and as long as the world does not change too quickly for our small staff, you will always find the freshest information here.
The Encyclopaedia of the Orient has articles that aim at both the high school and university level student." (cit. dal web propr. 3/3/2006)

http://i-cias.com/e.o/

 

FEMINISM AND CLASSICS 2004

"This Feminism and Classics 2004 Web site publishes the proceedings of the fourth conference on Feminism and Classics held at the University of Arizona (Tucson) in May 2004. The volume edited by Marilyn B. Skinner includes papers on gender issues in papyrology and the politics of feminism. There are thematic sections on classical perspectives on gay rights, teaching gender issues and a few miscellaneous papers. The papers often refer to the American perception of feminist issues, but they contribute significantly to introducing gender studies in classical studies.
Among the papers, one by Hanson focuses on how women and families in Greek and Roman Egypt are portrayed in documents written on papyri. The study presents a few specific cases using both personal and business correspondence. It concludes with the suggestion that women probably kept most of their private correspondence in separate archives, which were not preserved, whilst men seem to have kept private and business correspondence together. MacLachlan in another paper reinterprets the status of Kore/Persephone in the mythology of Magna Graecia. She suggests that the Kore of the myth with Demeter was a nymph possibly participating in a sacred marriage (theogamy) and performing a ritual katabasis (symbolic descent to the underworld; death and resurrection) to purify herself. MacLachlan founds her interpretation on the famous pinakes (terracotta plaques) from Locri Epizephyrii. In support of this view there is some archaeological evidence, including the association of the figure of Persephone with silens in the assemblage of theatrical masks in Lipari. Thus, it seems probable that there were differing perceptions of Persephone in Greece and Magna Graecia. This case study is very useful to understand how gender studies may help in interpreting archaeological evidence."
(cit. da Humbul 22/3/2006) 

http://www.stoa.org/diotima/essays/fc04/ 

 

MAR.T.E. - Marche Tipografiche Editoriali
La base dati contiene schede relative a marche presenti in edizioni italiane del XVII secolo. L'archivio MAR.T.E. - Marche Tipografiche Editoriali nasce contestualmente al progetto "Seicento", che ha visto la catalogazione libro in mano e l'immissione in linea, nella base dati SBN per il libro antico, di 30.000 edizioni del XVII secolo possedute dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.
Per ciascuna marca la scheda contiene l'immagine, la descrizione, le parole-chiave, il nome del tipografo, editore, libraio cui è stata associata la marca, il luogo e le date estreme di utilizzo tratti dalle edizioni prese in esame, le dimensioni, la bibliografia di riferimento e il codice ICONCLASS (versione italiana n.d.r.), quest'ultimo incluso così da rendere la base dati consultabile al di là delle barriere linguistiche. Questa base dati è incrementata dalla Biblioteca - è in corso la catalogazione "libro in mano" di ulteriori 27.000 edizioni del XVII secolo - e, grazie alla funzione catalogazione, è incrementabile anche da soggetti esterni.
Con la funzione modifica è possibile inoltre proporre correzioni e integrazioni a schede già presenti nella base dati, nonché nuove segnalazioni bibliografiche relative alla marca o ai tipografi, editori, librai." (cit. dal web propr. 23/3/2006)
http://193.206.215.4/marte/

 

ISTC - Incunabula Short-Title Catalogue

"The Incunabula Short-Title Catalogue (ISTC) is an international database of fifteenth-century printing which has been in development at the British Library since 1980. As well as the British Library, major contributors to ISTC include the Bayerische Staatsbibliothek, Munich; the Biblioteca Nazionale Centrale, Rome; the Bibliographical Society of America, the Koninklijke Bibliotheek, The Hague; and the Bibliothèque Royal Albert Ier, Brussels. You can:
-perform a simple search using different kinds of keywords
-find items by browsing author, title, dates, and other headings
-carry out a more advanced search by combining different sorts of terms
The database records nearly every item printed from movable type before 1501, but not material printed entirely from woodblocks or engraved plates. 29,244 editions are listed, including some 16th-century items previously assigned incorrectly to the 15th century. Information on each item includes authors, short titles, the language of the text, printer, place and date of printing, and format. Locations are noted if they have been verified. Links are provided to online digital facsimiles wherever possible." (cit. dal web propr. 23/3/2006)

http://www.bl.uk/catalogues/istc/index.html

 

DOCTORAL DISSERTATIONS IN MUSICOLOGY-ONLINE
"DDM-Online is an international database of bibliographic records for completed dissertations and new dissertation topics in the fields of musicology, music theory, and ethnomusicology, as well as in related musical, scientific, and humanistic disciplines. Containing more than 13,400 records, including the contents of the earlier printed editions of Doctoral Dissertations in Musicology (still available for sale) and supplements contributed from musicological centers throughout the world, DDM-Online is browsable, just as was possible in the earlier printed editions, but it is also fully searchable by author and or by as many as three simultaneous keywords in any part of the record. The pages of DDM-Online are updated periodically throughout the academic year. Since its opening to the public in September 1996, DDM-Online has responded to more than 7,900,000 searches of its data. To search the database or browse the listings in a category, click once on any of the underlined "links" shown below. To report a dissertation topic or completed dissertation by conventional mail, please request a DDM registration card by clicking on one of the e-mail addresses at the top of this page or use the online registration form...

...Please note that DDM-Online does not include the dissertations themselves, but many of them may be available for purchase from University Microfilms, Inc. Dissertations written at British institutions may be available for purchase from the British Library Document Supply Center." (cit. dal web propr. 23/3/2006)

http://www.music.indiana.edu/ddm/

 

AVIREL - Archivio Viaggiatori Italiani a Roma e nel Lazio

"Il viaggio a Roma, evento culminante del Grand Tour, non solo è stato per secoli un fondamentale strumento di formazione delle élites intellettuali e politiche europee, ma ha anche contribuito a diffondere gli ideali legati all'eredità classica e a mantenere vivo un immaginario di tipo classicistico; elementi, questi, che si sono stratificati come parti rilevanti della tradizione intellettuale europea...A questa sua enorme importanza storica e culturale, non corrisponde però una adeguata strumentazione per lo studio del viaggio a Roma; forse anche per la stessa mole enorme del materiale documentario, disperso e scarsamente valorizzato. Inoltre la concentrazione di attenzione prevalente su Roma ha fatto passare in secondo piano il viaggio nelle altre aree e città del Lazio. Più in particolare è rimasta nell'ombra soprattutto la componente italiana del flusso dei viaggiatori verso Roma e il Lazio.
AVIREL è uno strumento di lavoro che raccoglie e rende consultabile per via telematica questo materiale di straordinaria importanza. Esso mette a disposizione degli studiosi i testi, la bibliografia e le immagini relativi al viaggio a Roma e nel Lazio, compiuto dagli italiani nel periodo compreso fra il 1800 e il 1920/1925...
...Oltre alla "Biblioteca Digitale", in cui i testi sono classificati secondo un indice sistematico in base all'autore, le informazioni relative alla bibliografia delle opere sul viaggio a Roma e nel Lazio sono disponibili nell'O.P.A.C. della sezione "Catalogo Bibliografico". Nell'eventualità di una presenza contemporanea di un'opera sia nella "Biblioteca Digitale" che nel "Catalogo Bibliografico", nei risultati di quest'ultimo è presente un collegamento ipertestuale che permette di passare direttamente dai metadati dell'opera al contenuto stesso. AVIREL unisce quindi i due aspetti della Digital Library e dell'O.P.A.C configurandosi come O.P.A.L. [Online Public Access Library], una biblioteca del 21° secolo, in cui è possibile sia cercare sia leggere i testi in maniera telematica.
In AVIREL è presente inoltre un "Catalogo Iconografico" per la ricerca e la visualizzazione delle incisioni presenti nelle opere facenti parte dell'ambito del progetto." (cit. dal web propr. 27/3/2006)

http://www.avirel.it/

 

CRLV - Centre de Recherche sur la Littérature des Voyages

"Le Centre de Recherche sur la Littérature des Voyages (CRLV) fondé en 1984 est une équipe d’accueil de l’École doctorale de Littératures françaises et comparée de l’Université de Paris-Sorbonne (Paris IV).
Fondamentalement pluridisciplinaire comme son objet scientifique l'y invite, le CRLV regroupe des spécialistes de diverses littératures, des historiens, des historiens de l'art et des ethnologues. Le CRLV étudie la littérature des voyages dans ses divers aspects: documentaire, esthétique et idéologique. Une large place est consacrée à la « fiction » utopique. Le domaine est donc balisé du simple « carnet de voyage » aux « voyages extraordinaires ». Sans néanmoins se limiter à ce seul secteur, le CRLV est spécialisé dans la production de l'Âge classique Il s'agit de la formation la plus « universelle » existant en Europe sur le sujet...
...Dans le secteur de la production électronique, le CRLV gère le site web qui porte son nom où l’on trouve un Répertoire des chercheurs, une Lettre du voyageur semestrielle de littérature secondaire, une Base de données viatique (bibliographie primaire) et une Encyclopédie sonore regroupant conférences de séminaires et communications de colloques. Un programme nouveau de Répertoire d'Images Viatiques (RIVES) est prévu en 2002. Les Forums sont accessibles à tous ceux qui souhaitent diffuser une information. Un moteur de recherche permet sans difficulté de retrouver celle-là." (cit. dal web propr. 27/3/2006)
http://www.crlv.org/

 

LATINITATIS IN TELA TOTIUS TERRAE

"Hoc in indice nexus ad Latinitatem interretialem, generatim digesti, enumerantur. Ambitio esset indicem completum perficere, quod autem non solum difficillimum esse sed potius omnino fieri non posse mihi videtur, cum tot sint in interrete situs, qui de lingua Latina tractent, cumque interrete sua ipsius natura mutabile sit et evanidum. Nihilominus iam nunc plura hic invenies, quae spero et credo tibi usui fore. Pauca verba ex unoquoque situ excerpta descripsi apud situum inscriptiones, ut res per se ipsam clarior ac apertior fieret. Scilicet adhuc desunt multa, quae in dies addam" (cit. dal web propr. 29/3/2006)

Comprende le sezioni: Ars docendi, Bibliothecae, Congeries nexuum, Commentarii, Fora Latina, Grammatica, Inscriptiones, Latinitas Viva, Libri Puerorum, Pronuntiatus, Res computatrales, Singuli Scriptores, Thesauri.
http://www.grexlat.com/nexus/cone.html

 

VIVA VOCE ROMAN POETRY RECITED

Sito del prof. Vojin Nedeljkovic dell' Università di Belgrado dove egli legge i testi di alcuni autori latini (Catullo, Ovidio, Orazio, Virgilio, Marziale, Giovenale, Adriano). I testi (in formato mp3) sono scelti con lo scopo di illustrare le modalità della pronuncia latina e la scansione dei diversi metri (esametro, giambico etc.). La realizzazione è chiara e piacevole. Nel sito si trovano anche due esempi di latino cristiano, gli schemi dei metri e link ad altre pagine che trattano i medesimi argomenti.

http://dekart.f.bg.ac.yu/~vnedeljk/VV/index.html

 



NOVITÀ nella Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell’antichità classica
Aggiornamento al 2 marzo 2006
NOVITÀ in  Reti Medievali

Aggiornamento  al  30 settembre 2005
Presentazione di Reti Medievali in Power Point (aggiornamento: aprile 2004)

NOVITÀ in  Italianistica Online
Aggiornamento al  21 marzo 2006

NOVITÀ nella Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
Aggiornamento al 29 marzo 2006

NOVITÀ in  SWIF - Sito Web Italiano per la Filosofia
Aggiornamento al 26 marzo 2006
 

inizio


 
 

°°°°°°°°°°°°
°°°°°
 

 

 

 

INFO

 

Cultura in cifre - ISTAT

"Il sito è ideato e realizzato dall'Unità operativa “Istituzioni e servizi culturali", in collaborazione con l'Unità operativa "Organizzazione dei processi e sistemi informativi", della Direzione centrale per le statistiche e le indagini sulle istituzioni sociali dell’Istat...L’Unità operativa "Istituzioni e servizi culturali" svolge attività di rilevazione, di elaborazione e di analisi dei dati sulle principali istituzioni culturali, pubbliche e private, presenti in Italia e sui servizi da essi erogati, con riferimento ai seguenti settori: editoria, biblioteche, archivi, patrimonio artistico, storico e monumentale, sport, spettacoli, cinema, radio e televisione, varie...

...L'idea di realizzare, nell’ambito del sito dell’Istat, delle pagine web specificamente dedicate alla cultura nasce dall’intenzione di rendere maggiormente accessibile all’utenza l'informazione statistica ufficiale, raccogliendo in un sistema informativo integrato i dati e le informazioni statistiche che riguardano il settore culturale, per promuovere una visione meno frammentaria delle statistiche culturali." (cit. dal web propr. 17/2/2006)
http://culturaincifre.istat.it./index.htm

 

AGCOM - Autorità per le garanzie nelle comunicazioni
"L’Agcom è innanzitutto un’autorità di garanzia: la legge istitutiva affida all’Autorità il duplice compito di assicurare la corretta competizione degli operatori sul mercato e di tutelare i consumi di libertà fondamentali dei cittadini. In questo senso, le garanzie riguardano:
gli operatori, attraverso:
-l’attuazione della liberalizzazione nel settore delle telecomunicazioni, con le attività di regolamentazione e vigilanza e di risoluzione delle controversie;
-la razionalizzazione delle risorse nel settore dell’audiovisivo;
-l’applicazione della normativa antitrust nelle comunicazioni e la verifica di eventuali posizioni dominanti;
-la gestione del Registro Unico degli Operatori di Comunicazione;
-la tutela del diritto d'autore nel settore informatico ed audiovisivo.
gli utenti, attraverso:
-la vigilanza sulla qualità e sulle modalità di distribuzione dei servizi e dei prodotti, compresa la pubblicità;
-la risoluzione delle controversie tra operatori e utenti;
-la disciplina del servizio universale e la predisposizione di norme a salvaguardia delle categorie disagiate;
-la tutela del pluralismo sociale, politico ed economico nel settore della radiotelevisione." (cit. dal web propr. 17/2/2006)
http://www.agcom.it/

 

Intesa Gis
"L'Intesa tra Stato, Regioni ed Enti Locali sui Sistemi Informativi Geografici, stipulata nel 1996, rappresenta a tutt'oggi il tentativo più organico di modificare in termini positivi la situazione dell' Informazione Geografica in Italia, per creare uno stimolo verso una partecipazione più ampia delle istituzioni, delle imprese e del mondo scientifico...L'Intesa è stata approvata dalla Conferenza Stato regioni e Provincie Autonome nella seduta del 26 settembre 1996 e coinvolge le diverse Amministrazioni Centrali ed organismi statali, compreso il CNIPA (Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione), le Regioni e Provincie Autonome, i Comuni (ANCI), le Provincie (UPI), le Comunità Montane (UNCEM) e le Aziende per la gestione di pubblici servizi (Confservizi).
Obiettivo dell'Intesa è lo sviluppo di interventi coordinati per realizzare in Italia entro 6-8 anni le basi informative territoriali gestite su elaboratore a copertura dell'intero territorio nazionale necessarie per l'esercizio delle funzioni di interesse locale, regionale e nazionale." (cit. dal web propr. 17/2/2006) 
http://www.intesagis.it/

 

Portale Cartografico Nazionale

Atlante Italiano.it    ha cambiato nome e indirizzo web. Si chiama ora: Portale Cartografico Nazionale  (a cura del del Ministero  dell' ambiente e della tutela del territorio).

http://www.pcn.minambiente.it/pcn/default.htm

 

Manuale di applicazione delle regole di catalogazione italiane al Servizio Bibliotecario Nazionale

"MONOGRAFIE: raccolta di regole sulla scelta e la forma dell'intestazione, e sulla descrizione delle notizie bibliografiche relative alle edizioni successive al 1830
LIBRO ANTICO: raccolta di regole complementare rispetto alla parte "Monografie", contenente le norme che differenziano il trattamento del libro antico (edizioni fino al 1830) da quello moderno
SOGGETTI: raccolta di regole basate sul Soggettario di Firenze, redatta tenendo conto delle esigenze di biblioteche specifiche
PERIODICI: raccolta di regole relative al trattamento complessivo dei periodici
BANDI, MANIFESTI E FOGLI VOLANTI: raccolta di regole relative al trattamento complessivo di pubblicazioni in un solo foglio o in forma di fascicolo.
" (cit. dal web propr. 22/2/2006)

http://www.cilea.it/Virtual_Library/bibliot/sapori/

 

Gaelic fonts 

"This site provides eight Gaelic font files (TTFs) intended for printing and display, created by F. M. O'Carroll (University College Cork) with the assistance of the late Cormac O'Connor of Cork. The files are freely available for download and work with Windows (version 3.0 or later). The site also offers software for converting Irish text written in the Roman alphabet into Gaelic spelling, and for creating and/or editing TrueType font files (both for laser printers with shading and with pixels). The site also has two user guides, which are downloadable as Word files." (cit. da Humbul 22/2/2006)  
http://www.ucc.ie/faculties/celtic/fonts/

 

Le Conservatoire numérique des Arts & Métiers
"Le Conservatoire numérique des Arts et Métiers (CNUM) ouvre au public le fonds patrimonial de la Bibliothèque du Conservatoire National des Arts et Métiers (CNAM) : une collection d'ouvrages et de périodiques francophones significatifs, traitant des sciences et des techniques, de l'économie et de la sociologie appliquées, est consultable sur l'Internet. Le Conservatoire Numérique s'adresse aux chercheurs et aux enseignants en histoire des sciences et des techniques, en épistémologie, en didactique, en offrant à la fois des textes et une documentation iconographique spécifiques. Le CNUM fait aussi acte de vulgarisation scientifique en remplissant l'une des missions fondamentales du CNAM : la diffusion du savoir et la reconnaissance du patrimoine scientifique et technique francophone.

La numérisation est une technologie très largement utilisée par les chercheurs : informations bibliographiques (en particulier les catalogues de bibliothèques), ou accès aux textes (sommaires de périodiques, revues électroniques, actes de congrès, rapports de recherche). Pour les historiens, l'étape suivante réside dans la numérisation des textes sources issus des siècles précédents. En France, la bibliothèque numérique de la BNF (Gallica) a démontré qu'il était possible de diffuser sur Internet un large corpus de textes numérisés en mode image. Avec des moyens plus limités, le CNAM montre que des institutions plus spécialisées peuvent elles aussi entreprendre leur propre programme de numérisation afin de présenter au public les textes dont elles sont dépositaires.

La numérisation a été choisie pour constituer une bibliothèque virtuelle composée d'une littérature qui, par sa nature, est d'un accès difficile : les ouvrages conservés dans les réserves de la Bibliothèque. Livres rares, fragiles, précieux, ils doivent être protégés. Le transfert des textes et des illustrations du papier vers l'informatique est un formidable moyen de mise en valeur de ces fonds, grâce à une technologie de large communication." (cit. dal web propr. 22/2/2006)

 http://cnum.cnam.fr/

 

Reparto di Cinematografia Scientifica CNR

"Nel 1982 con la denominazione “Settore Video” viene ufficializzata la struttura audiovisiva che afferisce all’Area della Ricerca di Milano CNR. Negli anni ’90 il Settore Video cambia denominazione in Reparto di Cinematografia Scientifica instaurando una proficua collaborazione con il Centro Audiovisivi della Regione Lombardia e Medialogo, centro di divulgazione audiovisiva del Comune di Milano, per la distribuzione gratuita alle scuole dei filmati didattici e di ricerca prodotti in collaborazione con Organi Nazionali del CNR.
Ammesso all’AICS (Associazione Italiana di Cinematografia Scientifica), il Reparto partecipa a Festival Internazionali di Cinematografia Scientifica e nel 1996 il suo Responsabile diventa socio IAMS (International Association for Media in Science)...
...L’attività del Reparto abbraccia la realizzazione di due tipologie di prodotto audiovisivo: documentari scientifici - didattici e news riguardanti le ricerche sviluppate all’interno degli Organi del CNR. Fino ad oggi sono stati prodotti 36 documentari scientifici presentati ai festival internazionali di cinematografia scientifica e alle televisioni pubbliche e private, 25 filmati per fiere e convegni a cui il CNR ha partecipato e 17 filmati per tesi universitarie. Il contratto stipulato con la società RTI Gruppo Mediaset ha permesso la diffusione via TV satellitare (piattaforma SKY) di 300 news scientifiche, altresì definite “pillole di scienza”, all’interno del Magazine scientifico in onda sul canale MT Channel - La Macchina del Tempo...Il Reparto possiede un archivio dei filmati ed immagini realizzati durante 22 anni di attività che consiste in 25.580 minuti di materiale girato, 19 ore di filmati montati per un totale di 818 videocassette (446 ore)." (cit. dal web propr. 28/2/2006)

I documentari possono essere visti online. Gli argomenti di interesse per l'area umanistica coprono: musei della scienza, sviluppo demografico, geologia e geofisica, paleontologia, protezione dei beni ambientali, telerilevamento, archeologia, architettura, conservazione e valorizzazione dei beni culturali, tecnologie didattiche, tecnologie e società, comunicazione.

http://www.rcs.mi.cnr.it/indice.php
 

Archivio Storico del Senato
"L'Archivio Storico ha il compito di conservare tutti i documenti prodotti dal Senato, si tratti del Senato del Regno come dell'attuale Senato della Repubblica. Accanto a questa funzione di conservazione e documentazione, l'Archivio storico svolge una attività culturale indirizzata essenzialmente a rendere il proprio patrimonio archivistico utilizzabile dalla comunità degli studiosi e ad integrarlo con quello degli archivi di Stato, degli archivi e delle fondazioni di partiti e gruppi politici del nostro Paese. Online il repertorio biografico dei Senatori dall' Italia liberale alla Repubblica." (cit. dal web propr. 28/2/2006)
http://www.senato.it/relazioni/21617/genpagina.htm


Archivio Storico della Camera dei Deputati
"On line gli inventari e le immagini di alcuni dei più importanti fondi dell'Archivio Storico conservati a Palazzo S. Macuto: le Commissioni parlamentari d'inchiesta dell'Ottocento, la Consulta Nazionale e l'Assemblea Costituente." (cit. dal web propr. 28/2/2006)

http://www.camera.it/index.asp?content=%2Fcamera%2Famministrazione%2F05%2Earchivio%2F00%2Earchiviostoricopresentazione%2Easp


ADUIM - Associazione fra Docenti Universitari Italiani di Musica
"L’Associazione ha lo scopo di promuovere lo sviluppo delle discipline musicali nell’ambito dell’Università italiana in rapporto alle esigenze della collettività.
Nel sito vi è l' indirizzario dei soci ricercabile per nominativo e l'elenco dei docenti e ricercatori universitari di ruolo suddiviso per università; l’offerta formativa relativa alle classi delle lauree specialistiche in musicologia (51/s) nei vari atenei con schede dei corsi e link ai siti; i dottorati di ricerca a indirizzo musicale; elenchi di tesi di laurea discusse nelle Università italiane; attualità , comunicazioni, informazioni." (cit. dal web propr. 24/3/2006)

http://spfm.unipv.it/aduim/

 

Odeporica - Rivista on line di letteratura di viaggio

"...Benché precoce nella sua individuazione (sorretta o sospinta dal gradimento di un pubblico che consentì la fortuna delle Navigazioni e viaggi del Ramusio già a metà Cinquecento), una letteratura ‘di viaggio’ si distinse proprio per alcuni suoi caratteri extra o meta-letterari. Questo ne fece una sorta di terreno di incontro e di confronto, che mentre in origine, ad esempio nella cultura inglese di primo Seicento, si concentrò sulla discussione sulle qualità e vantaggi opposti ai pericoli del viaggio nella educazione, presto offrì, sviluppandosi in altri contesti, il terreno per un rinvio ai più vari contenuti scientifici e filosofici ai quali il ‘viaggio’ serviva da semplice supporto narrativo.
La rivista ‘Odeporica’ distribuita on-line offre su tutti questi, ed altri temi, materiali di studio di difficile reperimento, spesso per il loro apparire in contesti nei quali non è agevole reperirli; e dal loro raffronto in un unico contenitore, quello appunto offerto da ‘Odeporicca’, scaturiscono prospettive di studio sovente insospettabili.
La rivista dedica una parte significativa alla letteratura del Gran Tour, della cui vicenda si tirarono le fila solo dopo il declino di una grande stagione di viaggi di intellettuali americani, che contava nomi quali quelli di Melville, Twain, Ruskin e James. Forse solo allora si scoprì -o si ammise- che il Tour ebbe ben più di un significato. Anzi, almeno uno proprio e diretto, che più o meno intensamente, a seconda delle età e delle personalità raggiunse il suo alto (e nobile) ideale pedagogico, e un altro forse imprevisto, ma che con il tempo si rivelò di potente e inarrestabile efficacia nello sviluppo almeno della Storia europea: quello della nascita della ‘pubblica opinione’, che se dapprima fu l’opinione di chi aveva il modo di averne una da far valere, divenne gradualmente lo straordinario veicolo di moderazione degli assolutismi, e poi di cambiamento sociale che conosciamo. Di ‘Odeporica’ vengono messi in rete due numeri l’anno." (cit. dal web propr. 27/3/2006) 
http://www.pspedizioni.it/ode/indexprova.htm#

 

Istituto di Studi Storici Postali

"Fare storia postale significa indagare i fenomeni di comunicazione organizzata privilegiando i versanti della materialità. Un nuovo, fecondo modo d'approccio che ricollega discipline diverse tra loro come la storia sociale e quella della cultura, l'epistolografia, la storia dell'amministrazione e d'impresa, la paleografia, la diplomatica, la storia economica, la geografia storica, la storia del giornalismo e del commercio, il collezionismo filatelico. Dal 1982, a Prato, l'Istituto di studi storici postali costituisce un polo internazionale di riferimento per quanti lavorano al tema. La sede dell'Istituto è nel medievale Palazzo Datini che custodisce le lettere del "mercante di Prato".
Punti salienti nell'azione dell'Istituto sono: ricerche archivistiche e bibliografiche, organizzazione di convegni ed incontri con studiosi accademici, i seminari annuali Posta e Paleografia (otto edizioni) e corsi di specializzazione, la pubblicazione dei Quaderni di storia postale, la gestione di una biblioteca-archivio con catalogo consultabile on line. Con il 1999 l'Istituto ha iniziato la pubblicazione della rivista quadrimestrale Archivio per la storia postale - Comunicazioni e Società." (cit. dal web propr. 27/3/2006)
 
http://www.issp.po.it/

 

Exibart

Sito ove si trovano informazioni su musei, mostre, eventi di carattere artistico, storico, archeologico etc. Dispone di un servizio che permette di ricevere nella  casella di posta elettronica le notizie di ExibArt: my page ogni giorno invierà gli aggiornamenti. E' anche possibile impostare un servizio di alerting riguardante  un determinato territorio (regione o provincia) oppure un artista, ente, istituzione, casa editrice etc. Navigando nel calendario degli eventi in corso  e nel search di Exibart.com è facile trovare i pulsanti per attivarsi i vari alert che interessano.
http://www.exibart.com/

 

La Biblioteca Digitale Europea
"La Commissione Europea ha annunciato che nei prossimi cinque anni verranno digitalizzati circa sei milioni di libri, documenti, fotografie, manoscritti e altro materiale, che saranno disponibili online entro il 2010, attraverso la Biblioteca Digitale Europea. Per promuovere l'iniziativa, la Commissione europea ha annunciato il finanziamento di una rete europea di centri di digitalizzazione e la attuazione di regole per offrire una adeguata tutela dei diritti sulla proprietà intellettuale.
Entro la fine del 2006, la Biblioteca digitale europea (BDE) dovrebbe avvalersi della collaborazione di tutte le biblioteche nazionali dell'Unione europea. Negli anni a venire questa collaborazione verrà estesa agli archivi e ai musei. Entro il 2008 saranno accessibili tramite la BDE due milioni di libri, film, fotografie, manoscritti e altre opere. Il progetto di Biblioteca Digitale Europea, la risposta europea al programma di Google, è il nodo centrale della strategia "i2010", la strategia della Commissione volta a incentivare l'economia digitale". (cit. da Burioni  28/3/06)

http://europa.eu.int/italia/news/109bbb6da3b.html




 

Strumenti, tecniche e suggerimenti per la ricerca

 

Moduli di Autoapprendimento di Informatica per Studenti (e non solo)

"Il DIT (Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri) ha commissionato al CASPUR il corso M.A.I.S. (Moduli di Autoapprendimento di Informatica per Studenti) con l’obiettivo di fornire una formazione di base e completa sull’uso del Personal computer e del pacchetto Office della Microsoft.Il corso è strutturato in 5 moduli:
Fondamenti in cui vengono introdotti i concetti teorici fondamentali riguardanti la Tecnologia dell'Informazione, la struttura e il funzionamento di un Personal Computer e del suo sistema operativo (con particolare riferimento a Windows XP).
Elaborazioni testi e Presentazioni con l’obiettivo di preparare sia all’elaborazione di un testo utilizzando il programma di videoscrittura Microsoft Word, che alla realizzazione di slide e presentazioni utilizzando le funzionalità di base del programma Microsoft PowerPoint.
Foglio elettronico con l’obiettivo di preparare ai concetti fondamentali del foglio elettronico Microsoft Excel. Creare e formattare un foglio elettronico, utilizzare le funzioni aritmetiche e logiche di base, importare oggetti e generare rappresentazioni grafiche dei dati.
Basi di dati in cui vengono affrontati i concetti fondamentali sui data base. Creare e gestire un database (Microsoft Access), estrarre informazioni da un database attraverso gli strumenti di interrogazione, selezione e ordinamento, generare relazioni tra base di dati.
Comunicazioni in cui vengono affrontati gli usi e le potenzialità di Internet, la ricerca dati e dei documenti nel web (Internet Explorer) e l’invio e la ricezione di messaggi e documenti tramite la posta elettronica (Microsoft Outlook Express).
In qualsiasi momento è possibile consultare il glossario in cui è possibile trovare la definizione dei principali termini utilizzati all'interno del corso.
E’ possibile, inoltre, usufruire delle dispense cartacee in cui è possibile trovare in forma sintetica tutte le procedure necessarie per lavorare con il PC. Per ogni procedura sono state elencate tutte le modalità di esecuzione: menu, pulsanti, tastiera, tasto sinistro(sx) e tasto destro (dx) del mouse." (cit. dal web propr. 27/2/2006)

http://www.innovazione.gov.it/mais/html/Home.html

 

GEsource

"GEsource provides access to high quality Internet resources for students, researchers and practitioners in geography and the environment through five distinct subject gateways: Environment, General Geography, Human Geography, Physical Geography, and Techniques and Approaches. Each of these main headings is further divided into a series of sub-sections that together make up the browse structure of GEsource.
Each resource in the main GEsource catalogue has been selected by information professionals and subject specialists to ensure relevance and quality (see resource evaluation criteria and scope). A full description of each resource is provided, together with a range of other information and direct access to the resource itself. Due to the interdisciplinary nature of geographical and environmental studies, GEsource includes in its catalogue resources originating from other hubs within the RDN providing a single access point to this information." (cit. dal web propr. 1/3/2006)
http://www.gesource.ac.uk/


Artifact

"Artifact is a free guide to the best of the Web for the Arts and Creative Industries. Artifact forms part of the Resource Discovery Network (RDN)  which is the UK’s free national gateway to Internet resources for the learning, teaching and research community via a series of subject-based information gateways (or hubs). The RDN is primarily aimed at Internet users in UK further and higher education but is freely available to all.The major areas covered by Artifact are all Arts-related subjects and the Creative Industries subjects as categorised by the DCMS mapping exercise: Advertising, Interactive Leisure Software, Architecture, Music, Art & Antiques Market, Performing Arts, Crafts, Publishing, Design, Software & Computer Services, Designer Fashion, TV, Radio, Film & Video." (cit. dal web propr. 1/3/2006)
http://www.artifact.ac.uk/






Informazioni e links di servizio

 

Sistema Bibliotecario di Ateneo  SBA

 

Libro antico

Nella sezione "Biblioteche" di Internet per gli Umanisti una nuova pagina dedicata a cataloghi  e database di libri antichi e manoscritti.

 
 
 

Testi dei corsi
Aggiornamento continuativo

Nuove accessioni
Aggiornamento quindicinale
 
 

inizio


 
 

°°°°°°°°°°°°
°°°°°


 
 
 
 

RISORSE ELETTRONICHE
Nuovi cdrom e abbonamenti online


 

Prosa breve tedesca : il movimento della traduzione / Giovanni Nadiani ; in collaborazione con Nicolina Pomilio e Vanio Preti

Bologna : Gedit, 2004.
1. Letteratura narrativa tedesca - Impiego degli elaboratori elettronici
833.00285
TN_UNIVERSITA 168 2 w-CDall 00157 Allegato
TN_UNIVERSITA 168 2 w-D III 01520 Allegato 1 CD-ROM

 

Contemporary chinese 1 / Dangdài Zhongwèn ; Yvonne L. Walls, Jan W. Walls ; Jerry Schmidt

Beijing : Sinolingua, 2003. - 4 v. : ill. ; 26 cm + 6 CD-ROM.
Altri front. in cinese. - Tit. anche in cinese. - In testa al front.: Project of NOTCFL of the People's Republic of China.
1 : Textbook / Kèbšen. - VI, 219 p., [6] c. di tav. + 2 CD-ROM
2 : Character book / Hànzì Ben. - 148 p.
3 : Exercise book / Liànxí Cè. - 95 + 3 CD-ROM
4 : [MANCA] Teachers's book / Jiàoshi Shoucè. - 169 p. + 1 CD-ROM
1. Lingua cinese - Grammatica 2. Lingua cinese - Manuali per studenti
495.1834
TN_UNIVERSITA 168 2 w-CDall 00158 (I-II) Allegati
TN_UNIVERSITA 168 2 w-CDall 00159 (I-III) Allegati
TN_UNIVERSITA 168 2 w-CDall 00160 (I) Allegato
TN_UNIVERSITA 168 2 w-CORSO F.12 001 (I-III)




 

NOTE sulle risorse elettroniche

-L’elenco completo dei cdrom posseduti a Lettere è disponibile  presso l’indirizzo CDRom.html
-Nel sito della Biblioteca di Ateneo c’e’ l’elenco del materiale in rete interna: per accedere cliccare su “Risorse elettroniche
-Banche dati e cdrom di altri enti e istituzioni sono visibili qui.
 
 

inizio

°°°°°°°°°°°°
°°°°°

***************************
A cura di Carlo Favale
Internet per gli Umanisti    http://biblio.lett.unitn.it/
Consulenza online

 

Nota:
1-Il presente notiziario ha lo scopo di fornire indicazioni  per la ricerca online in ambito di discipline umanistiche e di strumenti utili per la medesima. Il sito è costruito in base agli interessi culturali gravitanti intorno alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento tenendo tuttavia presenti  anche ambiti più ampi e generali.
2-È tassativamente esclusa qualsiasi intenzione di pubblicità palese od occulta: l'indicazione di eventuali siti commerciali tiene conto unicamente dei contenuti atti a soddisfare il punto precedente senza alcun riferimento alla parte commerciale dei siti in oggetto né alcun giudizio implicito od esplicito sui relativi prodotti.


Licenza Creative Commons
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.