Università degli Studi di Trento
Sistema Bibliotecario di Ateneo - Servizio Fac. di Lettere

RES NOVAS
 3/2004 (LXXII)
Notiziario (saltuario) di umanesimo digitale

-Siti di interesse umanistico
-Varia
-Info   (comprese: nuove accessioni)
-Risorse elettroniche   (cdrom e abbonamenti online)
-Arretrati

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

SITI DI INTERESSE UMANISTICO




LE THÉÂTRE DE LA FOIRE À PARIS

http://foires.net/

"The Web Site "Le Théâtre de la foire à Paris (Fairground theatre in Paris)" has been compiled and written by Barry Russell of Oxford Brookes University. The site is in French. It combines primary texts and supporting documentation (much of which is previously unpublished), in an extensive hypertext to provide a picture of the emergence and early development of Parisian fairground theatre in the 17th and 18th centuries. The site features: the first puppet operas; a list of theatres with maps; a list of troupes; the texts of the theatrical pieces performed; biographies; an iconography; a glossary; a bibliography; and chronology." (cit. da: Humbul)

--------------------------

LEXICOLOGIE DU FRANÇAIS DE LA RENAISSANCE

http://www.chass.utoronto.ca/~wulfric/renlex.htm

"The Web Site "Lexicologie du français de la Renaissance (French lexicology of the Renaissance)" is by Russon Wooldridge of the Department of French, University of Toronto. It includes online databases of French marine and botanical terminology used within the Renaissance period. The site is entirely in French and is an excellent resource for those interested in the history of the French language, or Renaissance French. A small collection of online articles by Wooldridge is also available and include the following topics: The Latin and French Vitruve in the dictionaries of Robert Estienne; The "Triumph of Henry": a lexical and metalexical study; and Ronsard in Renaissance lexicographers." (cit. da: Humbul)

--------------------------

NEANDERTHALS AND MODERN HUMANS - A REGIONAL GUIDE

http://www.neanderthal-modern.com/"New evidence on the last Neanderthals and first modern humans of Eurasia is constantly pouring in. This web site uses a regional perspective to report these new findings and to help clarify the pattern of human evolution during this exciting epoch. It presents concise, objective summaries of the latest archeological and fossil evidence for each region of Eurasia where these ancient peoples once lived:
-Western Europe -- From the Atlantic coast eastward through Germany, Switzerland, and Italy
-Central and Eastern Europe -- From Poland south to the Balkans, and east through western Russia
-Western Asia -- From Turkey, Syria, Lebanon, and Israel, east to Afghanistan
-Central Asia and Siberia -- From the Caspian Sea east to southwestern Siberia and western Mongolia
This site also highlights the genetic evidence that has mushroomed in recent years as scientists apply DNA technology to the study of our past...
...In addition, Neanderthals and Modern Humans -- A Regional Guide provides hundreds of links to publications, museums, universities, labs, institutes, and other places that give further information on the Neanderthals and early modern humans of Eurasia." (cit. dal web propr.)

--------------------------

LA FABBRICA DELL'ITALIANO

http://info.crusca.fi.it/fabitaliano2/statiche/intro.htm

"La grande realizzazione monografica dell'Accademia della Crusca La Fabbrica dell'italiano, che richiama nel titolo il vocabolario "enciclopedico" cinquecentesco di Francesco Alunno La Fabrica del mondo, si situa nel quadro del vasto progetto "Biblioteche speciali", voluto e finanziato dall'Ufficio Centrale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali e l'Editoria del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e coordinato dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
L'italiano, come è noto, è cresciuto nel corso del tempo su preziose fondamenta trecentesche e ha consolidato le proprie strutture portanti, grammaticali e lessicali, anche grazie a strumenti normativi come grammatiche e vocabolari, in particolare attraverso le cinque edizioni Vocabolario degli accademici della Crusca (1612-1923). La Biblioteca dell'Accademia possiede un'imponente raccolta di questi testi che ha ritenuto opportuno valorizzare e rendere facilmente accessibili attraverso un vasto archivio digitale. Chiunque , da ogni parte del mondo, vorrà consultarlo, potrà entrare nell'Accademia e conoscere meglio la sua Biblioteca e il suo Archivio, i suoi libri e i suoi manoscritti, ma anche i personaggi che in essa hanno operato, le discussioni che vi si sono svolte e le diverse attività di ricerca che hanno accompagnato la compilazione delle cinque edizioni del suo famoso Vocabolario.
La Fabbrica dell'italiano è infatti un archivio digitale integrato, costituito a partire dal ricco patrimonio bibliotecario e archivistico custodito presso l'Accademia della Crusca: dalla banca dati degli oltre duemila dizionari a quella, parallela, delle quasi quattrocento grammatiche; dalla catalogazione dei centosettanta manoscritti giunti in Crusca per i concorsi letterari banditi nell'Ottocento, alla lemmatizzazione dei novemila termini tecnici raccolti dal cardinale Leopoldo de' Medici. L'archivio digitale offre anche l'opportunità di consultare una scheda per ciascun accademico, dalla fondazione ad oggi, lo spoglio dei verbali dell'Accademia dal 1588 al 1964 ed è integrato da ogni utile riferimento bibliografico e iconografico e da molteplici estensioni ipertestuali.
La Fabbrica dell'italiano integra quattro distinte banche dati: Cinque secoli di dizionari; Cinque secoli di grammatiche; Archivio storico; Lessico tecnico." (cit. dal web propr.)

--------------------------

ACHEMENET.COM

http://www.achemenet.com/

"The Achaemenid or Persian empire dominated much of the modern Middle East and Central Asia from the 6th century BC when it was conquered by Alexander the Great in the 320s BC and was characterised by vast linguistic and cultural diversity because of the many regions it absorbed. This predominantly French language website (with some German translations), produced by the Collège de France in association with the Ministère de l'Education nationale and the Ministère de la Recherche, is a major electronic resource for the study of the history, literature and archaeology of the Persian Empire and surrounding areas. The on-line resources include: the Journal of Achaemenid Studies and Researches (JASR); Achaemenid Research on Texts and Archaeology (ARTA); The Bulletin d'Histoire Achéménide, a major source of bibliographic information on recent Achaemenid studies; NABU, a series of scholarly papers; a major corpus of cuneiform Persian texts arranged by editor which will eventually be fully searchable by date, reign, find spot and text type. In addition, the site provides a rich mine of information on archaeological sites (with maps, plans and images and links to external websites), as well as corpora of Egyptian, Anatolian and Aramaean texts and sections on coinage and glyptic." (cit. da: Humbul)

--------------------------

AL MASHRIQ - THE LEVANT - ARCHAEOLOGY

http://almashriq.hiof.no/base/archaeology.html

"A useful collection of original essays, articles reproduced from academic and popular journals, maps and archive photographs, weblinks and news stories on the archaeology of the Levant, part of the umbrella site Al Mashriq, which provides on-line information on many aspects of culture in the Middle East. A large part of the site deals with the Lebanon but Jordan is also featured along with links to other websites of archaeological interest. Interesting archive photographs of crusader castles nestle beside fascinating aerial shots of the submerged harbours of Saida, Tyre and Rouad. The political instability of the Lebanon in the 1970s and 1980s caused terrible damage to the archaeological heritage of the country but, ironically, the reconstruction programme has also made available for excavation large tracts of urban space which have been built over for millennia." (cit. da: Humbul)

--------------------------

IMAGES ET CONNAISSANCE DE LA LICORNE  (Fin du Moyen-Age - XIXème siècle)

http://faidutti.free.fr/licornes/these/these.html

"Les questions que l'historien pose aujourd'hui à la licorne ne peuvent plus être celles qui reviennent régulièrement dans la riche et ancienne littérature sur le sujet. Le lettré médiéval se préoccupait avant tout, dans les bestiaires et autres Livres des propriétés des choses, de faire la somme des connaissances de son époque, et de lire en cette créature, comme en toutes les autres, la grandeur du Créateur. L'érudit de la Renaissance s'interrogeait dans de longs traités savants sur l'existence réelle d'une bête de légende, exploitant quelquefois aussi, dans les livres d'emblèmes et traités hermétiques, un symbolisme devenu plus utilitaire que transcendant. L'époque moderne ne laisse guère d'espace à la licorne en marge de la zoologie; elle lui ouvre des champs larges et fertiles dans la littérature et l'imaginaire, mais on ne peut s'y aventurer en paix sans comprendre comment l'animal est parvenu jusqu'à nous." (cit. dal web propr.)

--------------------------
A GLOSSARY FOR ARCHITECTURAL TERMS FROM TWO ANGLO-SAXONS MANUSCRIPTS

http://www.wmich.edu/medieval/research/rawl/architecture/index.htm

"Dictionaries of Old English owe much to two eleventh-century scribes who incorporated many rare words, especially many hapax legomena, in the marginal glossaries of the Antwerp-London manuscript.1 It is noteworthy that a manuscript so famous for its lexical content holds an unrecorded Latin-Latin glossary. Written in the outer margin of Antwerp folio 43v by the first glossing hand is a class glossary (a vocabulary categorized by topic) of twelve items, mostly pertaining to the parts of a Roman house.
Two cognate lists come from the same scriptorium. An almost identical list on facing pages of (London) BL Harley 3826 must descend from the same ancestor. A more distantly related list is also in Antwerp-London. This is a bilingual batch from a large Latin-English class glossary that was added in the margins of Antwerp-London after the first glossing hand finished its work. Establishing the exact relationship among these three texts, written by three different hands, may give a glimpse at the school environment that produced them. Specifically, shared methods and sources will suggest details about the relationship of the glossators.
Part of an ongoing project to edit the glossarial material of Antwerp-London, this study presents the text of the architectural glossary, with a particular view to elucidating the scribes' working methods. Following is an examination of the Antwerp-London and Harley manuscripts (Part 2); an edition, with English translation, of the list of Latin architectural terms from the Antwerp and Harley manuscripts (Part 3); a consideration of the glossary in relation first to its continental source and then to the Latin-English list (Part 4); and a conclusion that analyzes the glossary compilers' methodology and suggests interesting questions to pursue in the future (Part 5)." (cit. dal web propr.)

--------------------------

HANDBOOK OF BIBLICAL NUMISMATIC

http://www.amuseum.org/book/

"In the Handbook of Biblical Numismatics you will see evidence of Alexander the Great's triumph in the Holy Land. You will even view portraits of two infamous femme fatales -- Cleopatra and Salome.
You will learn that the first strictly Jewish coins were not struck until 40 years after the Syrian King Antiocus VII had granted Simon Maccabeus permission.
You will understand why -- with only isolated exceptions -- no Jewish coins were minted showing a portrait. And you will discover ancient Hebrew inscriptions expressing the struggle for religious freedom and political independence.
Ancient coin symbols are explained -- including the Jewish Temple Menorah (on a coin struck by the last Maccabean King) and the Roman Augur's Wand (on the coins issued in the year of Jesus' execution).
You will read the stories of the Widow's Mite and Tribute Penny ... and see rare coins that actually show the Ark of the Covenant (Ten Commandments). " (cit. dal web propr.)

--------------------------

DIGITAL VARIANTS

http://www.selc.ed.ac.uk/italian/digitalvariants/home.htm

"Varianti Digitali (=VD) è un archivio digitale di testi di autori contemporanei fondato nel 1996 dal Department of Italian dell' Università di Edimburgo. Lo scopo del progetto è rendere disponibili su rete testi di autori viventi in vari "passaggi" o stadi di scrittura. Affermati scrittori contemporanei di varie lingue e letterature (per ora italiano e spagnolo) mettono a nudo la loro opera mostrandoci i processi di scrittura che sono a monte del testo definitivo.
In epoca elettronica le varianti testuali scompaiono: sempre di meno sono gli autori che conservano le stampate delle versioni precedenti a quella definitiva e questo comporta una perdita per la conoscenza dei processi di genesi testuale. VD, tuttavia, non vuole "recuperare" le varianti dopo averne constatato il decesso (non è cioè "post-filologia"), ma intende fornire uno strumento per la comprensione dei processi di scrittura.
Gli obiettivi di Varianti Digitali:
-raccogliere e archiviare elettronicamente varianti testuali (di varia forma e natura) di autori contemporanei mettendole a disposizione di esperti, ricercatori e studenti
-realizzare, per ciascuno autore, una sezione di risorse multimediali con interviste, bio-bibliografie, link, immagini, ecc.
-sperimentare soluzioni filologiche innovative per la piattaforma web. " (cit. dal web propr.)

--------------------------
 
 
 
 
 
 

inizio

 
 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°
 
 

VARIA



ENA - European Navigator
"European NAvigator (ENA) is a multimedia database on the history and the institutions of post-war Europe. It is published by the Centre Virtuel de la Connaissance sur l'Europe, and is available in French and English exclusively for educational and non-profit purposes. It brings together more than 5000 rigorously selected documents, including photos, sound clip, film recordings, treaties, press articles, cartoons, interviews, interactive maps and diagrams. These documentary resources are supported by four additional resources, a thesaurus, bibliography, glossary, and media library." (cit. dal web propr.)
A cura del: Centre Virtuel de la Connaissance sur l'Europe
http://www.ena.lu/index.cfm

SOCIÉTÉ FRANÇOIS VILLON
"Plus de cinq siècles après la première publication en imprimée de ses oeuvres, François Villon reste le plus connu des poètes du moyen âge français. Ce site est voué à un témoignage actif de sa réception partout dans le monde. Malgré son début en liste des liens, ce site est devenu, dans le temps, un centre des renseignements sur les études villoniennes avec plus de 500 liens, pour annoncer des recherches et des présentations, pour suivre les publications électroniques et en papier, pour explorer un peu les contextes historiques, culturels et artistiques dans lesquels Villon a écrit, et peut-être même un lieu d'échange des idées." (cit. dal web propr.)
http://globegate.utm.edu/french/globegate_mirror/villon.html

LABORATORIO DI STORIA, ARCHEOLOGIA E TOPOGRAFIA DEL MONDO ANTICO
"Il 17 febbraio 1984 veniva istituito il Laboratorio di Topografia Storico-archeologica del Mondo Antico, per iniziativa di Giuseppe Nenci, Professore Ordinario di Storia Greca presso la Scuola Normale Superiore, che ne è stato il Direttore fino all'ottobre 1999. Caratterizzato fin dal suo sorgere da intenti di interdisciplinarietà (storia, archeologia, topografia, epigrafia del mondo greco e romano), il Laboratorio ha ampliato e arricchito, nel corso degli anni, gli ambiti di ricerca, in particolare per quanto riguarda i problemi di contatto culturale nelle aree interessate dalla colonizzazione greca.
Dal novembre 1999 al dicembre 2000 ne è stato Direttore Ugo Fantasia, ora Professore Ordinario di Storia Greca presso l'Università di Parma. Dal gennaio 2001 è diretto da Carmine Ampolo, Professore Ordinario di Storia Greca e Preside della Classe di Lettere e Filosofia della Scuola Normale Superiore. Dallo stesso anno il Laboratorio ha assunto il nome di Laboratorio di Storia,Archeologia e Topografia del Mondo Antico: ampliando ulteriormente le sue attività, ha potenziato le ricerche nel campo della storiografia e della lessicografia ed ha avviato una piu' intensa collaborazione con il Laboratorio Informatico di Lingue Antiche "G. Nenci". (cit. dal web propr.)
http://www.sns.it/html/Groups/Archeo/Lab/index.html

WEB GALLERY OF ART
"The Web Gallery of Art contains over 11,600 digital reproductions of European paintings and sculptures created between the years 1150 and 1800. A considerable number of the pictures are commented and biographies of the significant artists are given. A versatile search engine allows you to find pictures in the collection using various search criteria. A number of guided tours make it easier to visit the Gallery and to understand the artistic and historical relationship between different artworks and artists included in the collection. Such a collection of digital reproductions, containing a balanced mixture of interlinked visual and textual information, can serve multiple purposes. On one hand it can simply be a source of artistic enjoyment; a convenient alternative to visiting a distant museum, or an incentive to do just that. On the other hand, it can serve as a tool for public education both in schools and at home."(cit. dal web propr.)
http://gallery.euroweb.hu/index1.html

ORIGINSNET
"OriginsNet is dedicated to presenting images and studies that indicate that the origins and prehistory of art, religion, symbol and the human mind are far older than generally believed.
The OriginsNet website has over 30 galleries and over 500 images of Paleolithic art ('palaeoart') covering all four eras of the Paleolithic. The site contains basic information about the four Paleolithic eras and their respective key sites and technologies. The site has a Publications page with research writings on the origins and evolution of art, religion and language. They are provided in PDF and MS Word formats.
Interpreting and understanding the significance and meaning of palaeoart objects will require new interdisciplinary theories and models which draw upon archaeology, paleontology, anthropology, linguistics, semiotics, art history, history of religions, mythology, psychology and neurobiology...
...Special Academic Objectives: provide images that may assist archaeologists to identify palaeoart during excavations and in new and existing collections; expand the current timeframe for the origins of art, symbol and religion back into Middle and Early Paleolithic periods of prehistory; provide a basis for establishing a new discipline in the field of religious studies, namely the prehistory of religions."(cit. dal web propr.)
http://www.originsnet.org/home.html

MAX PLANCK INSTITUTE FOR EVOLUTIONARY ANTHROPOLOGY
"The Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology was founded in 1997. The institute's aim is to investigate the history of humankind with the help of comparative analyses of different genes, cultures, cognitive abilities, languages and social systems of past and present human populations as well as those of primates closely related to human beings. The collaboration of the various departments at one institute is designed to lead to new insights into history, variety and abilities of the human species. The institute unites scientists with various research interests who are concerned with human evolution seen also from an interdisciplinary perspective."(cit. dal web propr.)
Da evidenziare il catalogo online della biblioteca specializzata.
http://www.eva.mpg.de/

CLASSICAL ORIGINS OF WESTERN CULTURE
"An excellent online study guide to classical Greek and Roman culture through its key literary, historical and philosophical writers, by Roger Dunkle of the Classics Department of Brooklyn College. The study guide, which is intended for undergraduates taking classics options, combines historical, critical and literary material with practical excercises and questions in reading, comprehension and interpretation." (cit. da: Humbul)
http://depthome.brooklyn.cuny.edu/classics/dunkle/studyguide/studygde.htm

LINGUAWEB
"LinguaWeb is a collection of resources for language learners of all ages and levels. We offer lessons in particular languages, revision materials and tests, resources for teachers and educators and the opportunity to participate in scheduled chat sessions to practise the language you are learning.
We are based in Scotland, so you will find that from time to time we will refer to the levels with the terminology of the Scottish education system. However, LinguaWeb is a truly international site, and so far we have registered users from over 20 countries."(cit. dal web propr.)
http://www.linguaweb.ndirect.co.uk/pages/news.htm

TUTTITALIA
Dall'Università di Innsbruck un "sito dedicato a coloro che amano, coltivano, insegnano la cultura e la lingua italiane. Le pagine di Tuttitalia sono strutturate secondo il canone della maggior parte dei piani di studio italianistici: civiltà, letteratura, linguistica. A questi tre blocchi si aggiunge qui una sezione, l'unica dove è usata la lingua tedesca, dedicata all'italianistica in Austria (A), Germania (D) e Svizzera (CH).
Tuttitalia ospita stabilmente la SLI. Società di Linguistica Italiana, Roma (i testi completi dei Bollettini) nonché le riviste Italienisch (Francoforte s. M. - organo degli italianisti in Austria, Germania e Svizzera) e SI&NA (Univ. per Stranieri di Siena) con indici del numero attuale e cumulativi)."(cit. dal web propr.)
http://www.uibk.ac.at/c/c6/it/tutt.html
 

NOVITA’ nella  Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell’antichità classica
Aggiornamento al 28 aprile 2004
(cit. dalla Rassegna)

NOVITA’ in  Reti Medievali
Aggiornamento  al 25 aprile 2004
(fonte: RM)

NOVITA’ in  Italianistica Online
Aggiornamento al  23 aprile 2004
(fonte: It. Online)

NOVITA’ nella Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
Aggiornamento al 29 aprile 2004
(cit. dalla EMSF)
 

inizio

 
 

°°°°°°°°°°°°
°°°°°
 

INFO

Motori specializzati - "Lutto"
Dopo Argos, il potente motore di ricerca per l'antichità e il medioevo, anche i due magnifici motori filosofici Hippias e Noesis hanno chiuso  per mancanza di fondi. No comment!
http://hippias.evansville.edu/

Unione Latina
"Un patrimonio linguistico e un sistema di riferimenti storico-culturali comuni unisce, pur in presenza di origini tra loro anche assai diverse, tutti i popoli di lingua romanza. È dunque naturale che questa famiglia, anche se disseminata e allargata, si doti di un'istituzione finalizzata a far conoscere e promuovere questa eredità comune e le diverse identità del mondo latino...
...Fondata nel 1954 con il Trattato di Madrid, l'Unione Latina ha preso corpo solo nel 1983. In diciassette anni di esistenza il numero di Stati diventati membri mediante la ratifica del Trattato di Madrid o per adesione successiva è passato da 12 a 35, e oggi l'Organizzazione riunisce la quasi totalità degli Stati che, nel mondo, possono farne parte. Secondo le raccomandazioni interpretative stabilite nel 1992 si tratta, infatti, di paesi che rispondono ad uno o più dei seguenti criteri: criteri linguistici (lingua ufficiale neolatina, lingua d'insegnamento neolatina, lingua neolatina usata come mezzo di comunicazione nella vita quotidiana e nei media); criteri linguistico-culturali (esistenza di una letteratura significativa in lingua romanza, di una stampa scritta in lingua neolatina, maggioritaria sia in termini di copie che di titoli, presenza di una televisione con una importante percentuale di programmi in lingua neolatina e di un'ampia programmazione radiofonica in lingua neolatina); criteri culturali (eredità diretta o indiretta del patrimonio della Roma antica al quale gli Stati manifestano la loro fedeltà e che perpetuano attraverso l'insegnamento del latino e delle lingue romanze, gli scambi culturali con altri paesi latini e l'organizzazione sociale, in particolare sul piano giuridico, nel rispetto delle libertà fondamentali e dei principi generali dei diritti dell'uomo e della democrazia, della tolleranza e della libertà di culto)." (cit. dal web propr.)
http://www.unilat.org/

Portalingua
"Disponibile nelle cinque principali lingue neolatine (spagnolo, francese, italiano, portoghese e rumeno), "Portalingua" vuole essere un portale tematico dinamico, multilingue, ordinato ed esaustivo che cataloga la globalità delle risorse linguistiche esistenti in Internet per l'insieme delle lingue parlate - latine o non latine - nei paesi di espressione ufficiale neolatina.
L'utente può così accedere ad una presentazione delle lingue trattate in "Portalingua", alle principali manifestazioni e formazioni, ai dati statistici sulle lingue, alle risorse sulla grammatica, la linguistica, l'analisi del discorso, la traduzione, ecc., così come agli strumenti automatizzati quali traduttori, correttori, dizionari, parser, ecc.
Oggi, sono presenti in questo portale le 100 lingue neolatine più diffuse (francese, italiano, rumeno, ecc.) e meno diffuse (catalano, creolo di Haiti, papiamento, piccardo, ecc.) così come le lingue associate (baulè, basco, hausa, wolof, ecc.), per le quali esiste un numero rilevante di risorse disponibili in Internet.
Il portale copre 37 temi relativi all'ambito generico della linguistica. Tra questi, citiamo la dialettologia, la storia della lingua, i correttori automatici, i dizionari specializzati, ecc." (cit. da: AIDA, Ass. It. per la Documentazione Avanzata)
http://www.portalingua.info

Deposito legale
Il Senato della Repubblica in data  31 marzo 2004 ha approvato in via definitiva le "Norme relative al deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico".  Art1: Al fine di conservare la memoria della cultura e della vita sociale italiana sono oggetto di deposito obbligatorio, di seguito denominato "deposito legale", i documenti destinati all'uso pubblico e fruibili mediante la lettura, l'ascolto e la visione, qualunque sia il loro processo tecnico di produzione, di edizione o di diffusione, ivi compresi i documenti finalizzati alla fruizione da parte di portatori di handicap. Seguono altri sette articoli.
http://www.senato.it/parlam/leggi/messaggi/S0894a.htm

Meridiano Scuola
"...offre una rassegna stampa ad ampio spettro, il sito dedicato alla scuola vista dalla cattedra. Meridiano Scuola nasce, infatti, dalla collaborazione di docenti che provengono da percorsi professionali differenti e che vivono in realtà scolastiche e in zone d'Italia diverse. Il risultato è uno spazio dove sfogliare ogni giorno circolari, interventi, articoli e news, forniti da istituzioni e canali di informazione, relativi a formazione professionale, stato giuridico, legislazione, handicap, università, concorsi e tanti altri argomenti che toccano da vicino la professione di insegnante. Venti categorie aiutano a navigare tra i contenuti..." (cit. da: Il Venerdì di "Repubblica" 26.3.04)
http://www.meridianoscuola.it/

AFI - American Film Institute
"The American Film Institute (AFI) is the preeminent national organization dedicated to advancing and preserving film, television and other forms of the moving image. AFI's programs promote innovation and excellence through teaching, presenting, preserving and redefining this art form. At its eight acre campus in Los Angeles, in the hills above Hollywood, AFI serves as a point of national focus and coordination for the many individuals and institutions which make up the moving image community. In this effort, AFI is guided by four primary missions: training the next generation of filmmakers; presenting the moving image in its many forms to a national and international public; preserving America's great movie heritage and redefining the moving image in the new digital era." (cit. dal web propr.)
http://www.afi.com

Rivista di Antropologia - Catalogo 1893-1999
La Rivista di Antropologia (pubblicazione scientifica dell'Istituto Italiano di Antropologia che accoglie articoli originali, rassegne, recensioni e notizie di argomento antropologico, con attenzione al significato interdisciplinare e di sintesi dell'antropologia)  ha online il catalogo dei volumi 1-77 e dei supplementi (1893-1999): indice ricercabile per autore e per soggetto (con elenco dei soggetti normalizzati).
http://www.scienzemfn.uniroma1.it/bau/ATTIVITA/rivantro/rivantr3.htm

CIDE - Centro nazionale di informazione e documentazione europea
"È una grande banca dati delle istituzioni, del diritto e delle politiche dell'Unione europea. Si possono conoscere in tempo reale normativa, giurisprudenza e dottrina su qualsiasi settore. Dispone di  un potente motore di ricerca che opera su migliaia di documenti anche in modalità di ricerca avanzata. È possibile. mediante  una registrazione,  salvare i criteri di estrazione dei documenti, modificandoli periodicamente e ricevere, ogniqualvolta il sistema li trovi, gli aggiornamenti sugli argomenti e le normative di  interesse.
In evidenza in questa sede i settori Istruzione e formazione (con i sottosettori: Questioni generali, Sistemi di istruzione e formazione, Formazione professionale, Sistemi generali di riconoscimento dei diplomi e delle qualifiche,  Poliche relative ai giovani, Programmi e azioni comuni di finanziamento) e Scienza e cultura."
http://www.cide.it

Journal of Field Archaeology
"The Journal of Field Archaeology is an international, refereed quarterly serving the interests of archaeologists, anthropologists, historians, scientists, and others concerned with the recovery and interpretation of archaeological data." (cit. dal web propr.)
Pubblica online gli indici e gli abstracts.
http://www.bu.edu/jfa/

Revista de Estudios Ibéricos
"La Revista de Estudios Ibéricos (REIb.) nace con la vocación de ser un instrumento útil para el desarrollo del conocimiento de la Cultura Ibérica, en un momento de esplendor de sus estudios, de brillantez en hallazgos y en resultados de la investigación." (cit. dal web propr.)
http://www.ffil.uam.es/reib/

Centrale Montemartini - Sito ufficiale
"La centrale termoelettrica intitolata a Giovanni Montemartini è oggi uno splendido spazio museale che ospita oltre quattrocento sculture dei Musei Capitolini, trasferite in occasione della ristrutturazione del complesso capitolino.
Aperta al pubblico nel 1997 costituisce uno straordinario esempio di archeologia industriale riconvertito in sede museale per creare un nuovo polo espositivo dei Musei Capitolini.
Accanto ai vecchi macchinari produttivi della prima centrale elettrica pubblica romana, sono esposti capolavori della scultura antica e preziosi manufatti rinvenuti negli scavi della fine dell'Ottocento e degli anni Trenta del 1900, le due stagioni più feconde dell'archeologia romana. ." (cit. dal web propr.)
http://www.centralemontemartini.org/it/index_msie.htm
 
 



Informazioni e links di servizio

Sistema Bibliotecario di Ateneo  SBA

E' utile ricordare che, gli utenti delle banche dati Polaris ed UNITNeprints, hanno la  possibilità di segnalare eventuali disfunzioni del sistema al sito http://bugs.biblio.unitn.it
Per segnalare eventuali problemi, bugs, correzioni, aggiunte ecc. su Polaris o Eprints  è possibile scrivere a mailto:francesca.valentini@biblio.unitn.it oppure registrarsi all'indirizzo: http://bugs.biblio.unitn.it/signup_page.php
 
 
 

Testi dei corsi
Aggiornamento continuativo

Nuove accessioni
Aggiornamento quindicinale
 
 

inizio

 
 

°°°°°°°°°°°°
°°°°°


 
 
 
 
 
 

RISORSE ELETTRONICHE
Nuovi cdrom e abbonamenti online



Il Trentino dei contadini :1921-1931 /Paul Scheuermeier
S. Michele all'Adige (TN) :Museo degli usi e costumi della gente trentina(IS) ; [Trento] :Cassa centrale della casse rurali del Trentino(IS),1997
UNIV.LETTERE  w-390 SCH
 
 

NOTE sulle risorse elettroniche

-L’elenco completo dei cdrom posseduti a Lettere è disponibile  presso l’indirizzo CDRom.html
-Nel sito della Biblioteca di Ateneo c’e’ l’elenco del materiale in rete interna: per accedere cliccare su “Risorse elettroniche
-Banche dati e cdrom di altri enti e istituzioni sono visibili qui.
 
 

inizio
°°°°°°°°°°°°
°°°°°

***************************
A cura di Carlo Favale
Internet per gli Umanisti    carl.htm
Consulenza online