Università degli Studi

di Trento

Sistema Bibliotecario di Ateneo

Biblioteca di Lettere

 

 

 

RES  NOVAS

1/2013  (CVIII)

Notiziario (saltuario) di umanesimo digitale

 

 

 

 

 

 


Siti e progetti di interesse umanistico
Informazioni ed utilità umanistiche

Strumenti, tecniche e suggerimenti per la ricerca

Arretrati

Per ricevere il notiziario in posta elettronica scrivere al curatore inviando il proprio indirizzo email

 

 

 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°

 

 

 


 

SITI E PROGETTI DI INTERESSE UMANISTICO

 

 

 

 

NOVITÀ nella Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell’antichità classica
Aggiornamento al  2 giugno 2007
NOVITÀ in  Reti Medievali
Aggiornamento  al  1 febbraio 2013
NOVITÀ in  Italianistica Online
Aggiornamento al  17 luglio 2010

NOVITÀ nella Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
Aggiornamento al  7 febbraio 2013

NOVITÀ in  SWIF - Sito Web Italiano per la Filosofia
Progetto terminato nel 2008: il sito contiene l' archivio dal 1995

NOVITÀ in  Philosophia Medii Aevi   
Aggiornamento  al  11 gennaio 2013

 


  


 

inizio


 
 

°°°°°°°°°°°°
°°°°°


.
 

 

INFORMAZIONI ED UTILITÀ UMANISTICHE

 

 

 

Associazione Informatica Umanistica e Cultura Digitale

"L’Associazione non ha fini di lucro e intende promuovere e diffondere la riflessione metodologica e teorica, la collaborazione scientifica e lo sviluppo di pratiche, risorse e strumenti condivisi nel campo dell’informatica umanistica e nell’uso delle applicazioni digitali in tutte le aree delle scienze umane. Essa promuove inoltre la riflessione sui fondamenti umanistici delle metodologie informatiche e nel campo delle culture di rete.

Per raggiungere le proprie finalità l’Associazione persegue i seguenti obiettivi:

a) Promuovere attività scientifiche e formative nel campo dell’informatica umanistica e delle applicazioni delle tecnologie digitali alle scienze umane;

b) migliorare la visibilità e la conoscenza di iniziative e risorse individuali, istituzionali e di altre associazioni, facilitando la concretizzazione di idee e progetti interdisciplinari;

c) promuovere l’integrazione delle competenze professionali umanistiche e informatiche di tutti gli interessati;

d) stabilire e consolidare i legami con altre realtà europee ed internazionali che operano nel campo dell’informatica umanistica e delle applicazioni digitali alle scienze umane. (cit. dal web propr. 14/12/12)

http://www.umanisticadigitale.it/

 

Giovanni Pascoli: online da aprile l’archivio digitale

“Le poesie, le foto, i disegni, gli appunti, gli articoli dei giornali. Tutto il mondo pascoliano ancora poco conosciuto in un clic: oltre 61mila documenti cartacei da primavera, tradotti in circa 120mila immagini, saranno disponibili online. Il debutto dovrebbe essere il 6 aprile: quello stesso giorno, un secolo fa, Giovanni Pascoli moriva a Bologna all’età di 57 anni. L' Archivio Pascoli mostrerà aspetti inediti dell'opera e della personalità dell'autore di Myricae e del Fanciullino, facendone cogliere la grandezza e la complessità come  finora non è mai stato fatto. Proprio nell'ambito delle celebrazioni per il centenario è partito il progetto di digitalizzazione dalla casa di Castelvecchio Pascoli…

…Finanziato dalla Presidenza del Consiglio con 166mila euro derivanti dall'otto per mille dell'Irpef a diretta gestione statale e dal ministero dei beni culturali con un ulteriore contributo di 50mila euro, il progetto è curato e diretto dalla Soprintendenza archivistica per la Toscana…con la collaborazione, per la parte informatica, della Scuola Normale di Pisa”. (fonte: “Il Tirreno” 19/12/12)

http://www.fondazionepascoli.it/sitepascoli/pub/index.asp

 

MiBAC e Google digitalizzano la cultura italiana

“Le biblioteche italiane, assieme a quelle di altri paesi europei, stanno per finire tra il patrimonio librario che Google mette a disposizione in digitale ai propri utenti. Il tutto ha avuto avvio il 10 dicembre scorso, quando i primi volumi hanno preso la via che li porterà sui server di Mountain View e sui PC di tutto il mondo…

…Il 10 dicembre sono partiti dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma i primi volumi destinati ad inaugurare il progetto di digitalizzazione del patrimonio librario. I volumi diventeranno file digitali, idonei ad essere conservati e consultati nell’immediato futuro grazie all’accordo siglato tra il MiBAC e Google Libri nel marzo 2010 per la digitalizzazione di un minimo di 500.000 testi sino ad un massimo di un milione di volumi. (fonte: Webnews  19/12/12)

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_64/12)61971.html

 

Archivio Salani  -  Illustrazione libraria tra Otto e Novecento

“La Adriano Salani Editore, fondata da Adriano negli anni Sessanta dell´Ottocento, si presenta come un caso unico nel panorama dell´editoria italiana, potendo disporre di uno straordinario archivio di disegni originali che partendo dalla fine del XIX secolo arriva alle porte del nuovo millennio. È così possibile osservare l´evolversi della situazione artistica-illustrativa italiana attraverso le immagini elaborate da alcuni dei migliori illustratori del tempo, da "figurinai" come Chiostri e Anichini fino ai contemporanei Ugolini e Cavalieri, offrendo uno spaccato visivo tanto eccezionale quanto unico nella situazione italiana e non solo. Il data base offrirà l´opportunità di passare in rassegna i circa 30000 disegni conservati nell´archivio, affiancando e intrecciando tra loro i diversi piani degli scrittori, degli artisti e dell´illustrazione in sé, ponendosi l´obiettivo di ricostruire l´intero processo culturale-editoriale fino alla pubblicazione dell´oggetto-libro. Per questo la schedatura informatica, coniugando le possibilità di ricerca in archivio con le esigenze di leggibilità esterne, è stata suddivisa in quattro campi: libro, autore, illustratore e illustrazione, quest´ultima visibile nel doppio formato ridotto ed espanso e affiancata da una scheda tecnica, consentendo di intrecciare diversi tipi di ricerche tematiche”. (cit. dal web propr. 29/01/13)

http://www.artivisive.sns.it/salani/index.php

 

OTEBAC  -  Osservatorio tecnologico per i beni e le attività culturali

“…è un centro del Ministero per i Beni e le Attività culturali, per monitorare e sostenere gli istituti culturali nella realizzazione dei siti web e per una corretta digitalizzazione e accessibilità dei contenuti…L'Osservatorio tecnologico ha l'obiettivo di offrire un supporto ai soggetti culturali pubblici (musei, biblioteche, archivi, patrimonio culturale diffuso, uffici di gestione e tutela, centri per la ricerca e la formazione, progetti culturali, eventi espositivi temporanei, istituzioni dello spettacolo) per lo sviluppo dei siti web, per la creazione e il reperimento di contenuti digitali nel campo del patrimonio culturale, secondo standard e criteri di qualità condivisi.

L'Osservatorio fornisce un sostegno agli istituti culturali pubblici per la realizzazione dell'accessibilità dei siti web sulla base della Legge n. 4, promulgata in data 9 gennaio 2004, Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici (c.d. Legge Stanca).

In particolare, l' OTEBAC:

- fornisce servizi di consulenza, di monitoraggio, di coordinamento e di formazione, per sostenere gli istituti culturali pubblici nella realizzazione e aggiornamento di siti web accessibili e di qualità e per una corretta digitalizzazione dei contenuti;

- per gli istituti afferenti al MiBAC, l'Osservatorio offre informazioni e consulenza sul Piano di comunicazione coordinata dei siti Web afferenti al Ministero per i Beni e le Attività Culturali per una chiara e inequivocabile percezione dei siti Web istituzionali da parte degli utenti che utilizzano la rete per ricercare e consultare informazioni;

- cura l'aggiornamento e la manutenzione delle Linee guida tecniche per i programmi di creazione di contenuti culturali digitali e costituirà un centro di competenza per il censimento e descrizione delle collezioni digitali.

L'Osservatorio si pone come un punto di riferimento stabile, aperto a tutti i soggetti culturali, dove rintracciare informazioni, strumenti utili, buone pratiche, monitoraggio della qualità dei progetti culturali digitali, studi e ricerche per la digitalizzazione dei beni culturali.

Attraverso l'erogazione di servizi di consulenza, di assistenza e di formazione l'OTEBAC si propone l'obiettivo di coadiuvare e sostenere anche a livello pratico, le direttive che riguardano l'area dei siti Web e della digitalizzazione dei contenuti messe a punto dal nuovo Dipartimento”. (cit. dal web propr. 30/01/13)

E’ possibile registrarsi per ricevere una newsletter.

http://www.otebac.it/

 

Portale europeo degli archivi

E’ stata messa online la versione in lingua italiana del Portale europeo degli archivi, uno dei risultati principali realizzati dall’ Archives Portal Europe (APEx), sostenuto dalla Commissione europea. Il consorzio del progetto è attualmente composto da 28 soggetti tra archivi nazionali e amministrazioni archivistiche centrali con parte della loro documentazione archivistica ricercabile online e con informazioni di carattere generale.

Il progetto intende favorire il confronto tra la documentazione archivistica relativa ai diversi sviluppi nazionali e regionali comprendendone le peculiarità e di studiarli nel più ampio contesto della storia europea. Il portale aiuterà i visitatori non solo ad approfondire lo studio del proprio settore di interesse, ma anche a scoprire nuove fonti attraverso una panoramica generale dei fondi archivistici d'Europa, in tutta la loro varietà.

L'obiettivo principale è di fornire agli utenti un accesso diretto a risorse archivistiche conservate in tutta Europa. Per farlo, i responsabili del progetto hanno sviluppato uno schema comune EAD-XML europeo che permette al portale di trasmettere i dati così standardizzati a Europeana. (visto il 30/01/13)

http://www.archivesportaleurope.net/home

 

Associazione Forum del Libro

“È un’associazione senza fini di lucro che considera i libri come un bene meritorio e si propone di promuoverne la lettura individuando, incentivando e amplificando tutte le esperienze che in tal senso possano essere utili…

…L’associazione è aperta al dialogo con  tutti coloro - persone, enti, associazioni, imprese - che sono interessati, a vario titolo, al mondo dei libri.  In particolare:

 • operatori che ai diversi livelli e a vario titolo organizzino attività di promozione della lettura (bibliotecari, insegnanti, animatori scolastici);

 • associazioni e  gruppi che organizzino esperienze concrete di promozione della lettura sul territorio (presìdi, fiere, feste dei lettori, festival di libri, ecc.)

 • soggetti economici che diano vita al mondo del libro (librai, promotori editoriali, distributori, editori);

 • associazioni professionali e rappresentanze di categoria (associazioni di librai e di editori, consorzi, ecc);

 • altre istituzioni, pubbliche o private (enti territoriali, fondazioni, banche, giornali, radio, televisioni) che abbiano a cuore la diffusione del libro e della lettura.

Attività.  Sono stati individuati i seguenti ambiti di iniziativa:

 • la diffusione e la messa in rete di esperienze di promozione della lettura già esistenti nei diversi ambiti territoriali;

 • il monitoraggio e l’assistenza per la realizzazione di nuove esperienze che si vogliano proporre;

 • il sostegno a manifestazioni strutturate, che siano proposte da altre associazioni e reti già esistenti;

 • la diretta realizzazione di alcune iniziative di particolare valore simbolico”. (cit. dal web propr. 06/02/13)

http://www.forumdellibro.org/

 

MAB  -  Musei Archivi Biblioteche

“MAB è l'acronimo con cui AIB (Associazione Italiana Biblioteche), ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana) e ICOM Italia (International Council of Museum - Comitato Nazionale Italiano), nella primavera del 2011 (sviluppando un’iniziativa precedente avviata dalle loro Sezioni piemontesi), hanno dato vita a un coordinamento permanente per esplorare le prospettive di convergenza tra i mestieri e gli istituti in cui operano i professionisti degli archivi, delle biblioteche, dei musei”. (cit. dal web propr. 07/02/13)

http://www.mab-italia.org/index.php

 

 

 

 

 

PUBBLICAZIONI  OPEN-ACCESS

 

Gazzetta Ufficiale Telematica

A decorrere dal 1° gennaio 2013 il Ministero dell'Economia e delle Finanze, d'intesa con il Ministero della Giustizia e con l'apporto dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, mette a disposizione gratuitamente, nelle sue varie serie, la Gazzetta Ufficiale in formato digitale. Il sito della Gazzetta Ufficiale, rinnovato nella grafica, prevede i seguenti accessi:

- archivi della Gazzetta Ufficiale sia in formato testuale dove, per ogni tipologia di Gazzetta, c’è la possibilità di ricerca delle singole pubblicazioni oppure degli atti normativi ed amministrativi, sia in in formato grafico PDF

- “storica” in formato "grafico PDF" dove, per ogni tipologia di Gazzetta, è possibile visualizzare e scaricare le singole pubblicazioni

- archivio degli atti normativi presentati in "multivigenza" (l'archivio, con il testo di tutti gli atti normativi pubblicati dal 1946, quotidianamente aggiornato con le modifiche apportate da altri atti normativi)

- archivi tematici  (visto il 10/12/12)

 

SCIRES -  SCIentific RESearch and Information Technology = Ricerca Scientifica e Tecnologie dell’Informazione

Pubblicato il volume 2, fasc. 2 (2012). Evidenzio due articoli:

- La digital library “SHOAH” dell’ Archivio Centrale dello Stato : Un progetto di recupero e di digital preservation di documenti audiovisivi di storia orale

- La trasparenza scientifica in archeologia virtuale: una lettura critica al principio N.7 della Carta di Siviglia. (visto il 31/01/2013)

 

 

ARTICOLI  -  SEGNALAZIONI  -  RECENSIONI 

 

Le pietre miliari dell’ OA 2002-2012 / Open Access Milestones 2002-2012

Il 2012 è stato un anno di bilanci importanti per l’Open Access: a un decennio di distanza dalla Budapest Open Access Initiative (BOAI), si è riflettuto sulla strada percorsa e sul futuro dell’accesso aperto.

Per tale motivo, abbiamo scelto di ripubblicare in questo numero di JLIS.it alcuni importanti documenti che possiamo definire come le pietre miliari che hanno segnato lo sviluppo di questi anni. I testi, tutti rilevanti per la storia dell’Open Access, spaziano sulla dimensione europea per stringere poi sulla realtà italiana.

(cit. dal web propr. 11/12/12)

 

Il sistema dell’Università e della Ricerca: fatti, leggende, futuro

“Segnaliamo che sono disponibili i video del Convegno “Il sistema dell’Università e della Ricerca: fatti, leggende, futuro”, organizzato dalla redazione di ROARS - Return on Academic Research, il blog che si è occupato in maniera estremamente accurata dell’esercizio di valutazione della ricerca 2004-2010, tenutosi a Roma lo scorso 15/12/2012. Il programma dell’evento è stato il seguente: http://www.roars.it/online/wp-content/uploads/2012/10/locandina.pdf

(fonte: CIBER Newsletter  8/1/2013)

 

Linked data: un nuovo alfabeto del web semantico

“La formulazione linked data sta entrando nel vocabolario della comunicazione e, per quello che ci interessa in questa sede, nello specifico della terminologia biblioteconomica. Il concetto è complesso, ma potremmo sintetizzarlo in quell’insieme di buone pratiche che servono per pubblicare e collegare dati sul web a uso di una macchina… Con linked data, in altre parole, ci si riferisce a dati pubblicati sul web in una modalità leggibile, interpretabile e, soprattutto, utilizzabile da una macchina, il cui significato sia esplicitamente definito tramite una stringa costituita da parole e marcatori…”. (cit. dal web propr. 17/1/13)

 

Global Interoperability and Linked Data in Libraries

Atti del seminario (Univ. Di Firenze 18-19 giugno 2012) dedicato al tema dell’open science, che è naturalmente qualcosa di ancora più generale di open data e open access, e di tutte le problematiche connesse. (in:  JLIS vol 4, n. 1 2013)

 

 

 

 

 


 

inizio

 

 

STRUMENTI, TECNICHE E SUGGERIMENTI PER LA RICERCA

 

 

 

La ricerca immagini di Yahoo ora con le foto di Flickr

 “Anche se, soprattutto in Italia, siamo abituati a sentir parlare poco di Yahoo! forse  potrà interessare che la ricerca immagini di Yahoo! ora permette anche di cercare tra le immagini di Flickr. Almeno tra quelle che adottano una licenza Creative Commons e che possono essere riutilizzate”. (cit. da Motoricerca  il 28/01/13)

http://images.search.yahoo.com/images

 

Cercare le leggi quando Google non basta

Questa pagina è stata predisposta da Ferdinando Venturini (responsabile del repertorio DFP: Documentazione di fonte pubblica in rete a cui si rinvia per dettagli su singole risorse e per un panorama sintetico della documentazione normativa in rete), per essere di ausilio ai bibliotecari che si occupano di informazione giuridica per gli utenti. Ritengo tuttavia di segnalarlo all’ universo mondo, perché mi pare una utile risorsa utilizzabile direttamente anche dall’ utente.

http://dfp.aib.it/index.php?P=tabella4

 

Altri due cercapersone

Yasni

http://www.yasni.it/

Waatp

http://waatp.it/

 

 

 

 

inizio

 

 

 

***************************
A cura di   Carlo Favale
Internet per gli Umanisti   http://biblio.lett.unitn.it/

 

 

Nota:
1-Il presente notiziario ha lo scopo di fornire indicazioni  per la ricerca online in ambito di discipline umanistiche e di strumenti utili per la medesima. Il sito è costruito in base agli interessi culturali gravitanti intorno alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento, tenendo tuttavia presenti  anche ambiti più ampi e generali

2-È tassativamente esclusa qualsiasi intenzione di pubblicità palese od occulta: l'indicazione di eventuali siti commerciali tiene conto unicamente dei contenuti atti a soddisfare il punto precedente senza alcun riferimento alla parte commerciale dei siti in oggetto.

 

 

 



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
 ciau Sa'!

;-)))