Università degli Studi

di Trento

Sistema Bibliotecario di Ateneo

Polo umanistico-letterario

 

 

 

RES  NOVAS

1/2011  (CIII)

Notiziario (saltuario) di umanesimo digitale

 

 

 

 

 

 

Siti e progetti di interesse umanistico
Informazioni ed utilità umanistiche
Strumenti, tecniche e suggerimenti per la ricerca

Arretrati

Per ricevere il notiziario in posta elettronica scrivere al curatore inviando il proprio indirizzo email

 

 

 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
°°°°°°°°°°°°

 

 

 


 

SITI E PROGETTI DI INTERESSE UMANISTICO

 

 

 

 

GOOGLE ART PROJECT

“E’ il nuovo prodotto Google con cui il gruppo mette la propria tecnologia a disposizione dell’arte. Un apposito sito basato sugli assunti di Google Street View consente infatti di percorrere i corridoi dei principali musei al mondo con la possibilità di visualizzare alcune delle opere di maggior prestigio esistenti.

I numeri la dicono lunga sulla quantità di materiale previsto fin dall’esordio: «11 città, 9 paesi, 17 musei, 17 immagini in gigapixels, 1061 immagini di opere in alta risoluzione, 385 sale, 486 artisti, 6000 panoramiche Street View» (progetto in evoluzione: nota del red.). . Ma la qualità della realizzazione è sicuramente il valore aggiunto che Google apporta nel progetto: la navigazione è un insieme di scelte e di zoom, di click e di dettagli, tale da portare sullo schermo un’esperienza del tutto innovativa. Se la visione a schermo non è certo confrontabile con una visione dal vivo, tuttavia Google Art Project può restituire anche alcuni vantaggi oggettivi quali la visione ad altissima definizione dell’opera, arrivando a scorgere dettagli altrimenti del tutto irraggiungibili: «Tutte le immagini sono in alta risoluzione e per alcune opere in particolare, come la Nascita di Venere, abbiamo utilizzato apparecchiature fotografiche ad altissima risoluzione: 7 miliardi di pixel, tali da consentire la visualizzazione di dettagli altrimenti non visibili ad occhio umano».

Il sito consente anzitutto di scegliere il museo preferito, aprendo così alla navigazione tra le sale o ad una scelta ulteriore: le opere oggetto della scansione sono elencate per consentire una scelta puntuale ed una visione immediata delle immagini, anima vera di quello che è un vero e proprio strumento di esplorazione artistica. Lo zoom sulle immagine spinge quindi a visualizzare dettagli di sicuro impatto”. (cit. da Webnews 3/2/11)

http://www.googleartproject.com/

 

MONUMENTA GERMANIAE HISTORICA DIGITAL

Da una collaborazione tra “Monumenta Germaniae Historica” (Deutsches Institut für Erforschung des Mittel­alters) e la Bayerischer Staatsbibliothek, è nata la versione digitale gratuita della fondamentale opera per lo studio della storia europea che consente una ricerca nel testo delle varie sezioni.

Le pubblicazioni nuove, vengono rese disponibili dopo tre anni. (visto il 7/2/11)

http://bsbdmgh.bsb.lrz-muenchen.de/dmgh_new/

 

WEBSITE  ATTICA

"Website Attica complements and enhances the published volumes of Persons of Ancient Athens. The addenda et corrigenda to the published volumes, which are issued as a supplement to PAA periodically, are regularly updated at this web site. Searches may be made 10,000 names of the ATHENIANS database in beta, gamma, and delta (second half of volume 4, the whole of volume 5, and the first third of volume 6). The possible searches range from selecting every person in a particular deme or of a specified profession to more sophisticated searches, e.g. to find all Athenians who lived between specified years and/or are related to a certain person and/or are attested in a class of document, etc. The results of searches give an up-to-date version of the data in the printed volume (the 'formatted version'), now with transliterated Greek texts. The search form is divided into fields similar to those in the computer database; these do not always correspond exactly to the position in which the information appears in the formatted version. The fields shown in the search form are detailed below, with a summary of the database information from the 'Description of Entries' appearing in each of the printed volumes, together with additional information about the contents of each field to help in the defining of search terms. Access to the printed volumes of PAA is desirable, both for understanding this section and for the formulation of search requests.” (cit. dal web propr. 17/2/11)

http://projects.chass.utoronto.ca/attica/

 

APIS  -  Advanced Papyrological Information System 

“APIS is a collections-based repository hosting information about and images of papyrological materials (e.g. papyri, ostraca, wood tablets, etc) located in collections around the world. It contains physical descriptions and bibliographic information about the papyri and other written materials, as well as digital images and English translations of many of these texts. When possible, links are also provided to the original language texts (e.g. through the Duke Data Bank of Documentary Papyri). The user can move back and forth among text, translation, bibliography, description, and image. With the specially-developed APIS Search System many different types of complex searches can be carried out.” (cit. dal web propr. 17/2/11)

http://www.columbia.edu/cu/lweb/projects/digital/apis/index.html

 

TRISMEGISTOS

Banca dati derivata dalla collaborazione tra la Leuven Homepage of Papyrus Collections e il progetto Multilingualism and Multiculturalism in Graeco-Roman Egypt  di Colonia: fornisce informazioni su testi epigrafici e papirologici in raccolte diffusi in tutto il mondo.

Il risultato di questa collaborazione fa riferimento attualmente a 1513 raccolte in 50 paesi. (visto il 17/2/11)

http://www.trismegistos.org/

 

PBW  -  Prosopography of the Byzantine World

“This is a large and complex database. Its core is made up of nearly 60,000 factoids (small pieces of information classified under different categories), each of which is linked to an owner and (generally) at least one other secondary person by a hypertext link. More than a third of the factoids are of the narrative type, and these are organised into narrative units by further links. There are 2,774 such units. The units are in turn linked to dates and reigns, and some of them to larger events and problems. There are, in addition, around 7,500 seals, with links to matrices which number 5,000. Each seal is linked to a museum or private collection and at least one edition, and each set of matrices to an owner, certain or hypothetical, in the core of the database.

The total number of persons included (made imprecise by frequent expressions of doubt), is just above 10,000. Because of the ways in which elements combine and recombine, it is not possible to compare the size of the database directly with a regular book. However it would be impossible to compress this material into less than about 1400 pages, of which around 10% would be in Greek, a significant element in Latin and a small fraction (so far) in Arabic. If one includes the recombination of elements, the number of pages in an equivalent book could easily double.” (cit. dal web propr. 17/2/11)

http://www.pbw.kcl.ac.uk/content/index.html

 

ENCYCLOPÉDIE OU DICTIONNAIRE RAISONNÉ DES SCIENCES, DES ARTS ET DES MÉTIERS

 “A new version of the digital Encyclopédie and to announce its release to the general public. Undertaking an electronic edition of the Encyclopédie represented a daunting task. Its structure is very complex; the typographical conventions used for textual elements - from article headwords to classifications and cross-references - varied to a significant degree from volume to volume; the relationship between articles and the plate images is in no way clear or systematic. All this notwithstanding, the computer offered a host of new possibilities both for making the work accessible to the scholarly community and for navigating within the work itself. In addition, the digital medium allowed us to think in terms of a "living edition" that could be corrected, developed and improved over time. Our initial choice was to make the work accessible as quickly as possible and progressively to correct it. In order to compensate for the errors introduced during the original data capture process, we chose to make page images of the volumes available for comparison and verification. As we undertook to correct the text, we also strove to improve the search and retrieval capacities. All too often our users limit themselves to simple word and phrase searches, yet these do not always yield the most fruitful results. Using our new search and reporting features can significantly improve the user's ability to move through what Diderot himself described as the "tortuous labyrinth" that is the Encyclopédie. Looking at frequency of occurrence by article or collocation tables, for example, can provide more useful paths into the Encyclopédie than simple word searches alone...

...The ARTFL Encyclopédie database contains 20.8 million words, 400,000 unique forms, 18,000 pages of text, 17 volumes of articles, and 11 volumes of plate legends.” (cit. dal web propr. 22/2/11)

http://encyclopedie.uchicago.edu/

 

 

 

 

NOVITÀ nella Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell’antichità classica
Aggiornamento al  2 giugno 2007
NOVITÀ in  Reti Medievali
Aggiornamento  al  12 febbraio 2011
NOVITÀ in  Italianistica Online
Aggiornamento al  17 luglio 2010

NOVITÀ nella Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche
Aggiornamento al  24 febbraio 2011

NOVITÀ in  SWIF - Sito Web Italiano per la Filosofia
Progetto terminato nel 2008: il sito contiene l' archivio dal 1995

NOVITÀ in  Philosophia Medii Aevi   
Aggiornamento  al  7 febbraio 2011

 


 

 

 


 

inizio


 
 

°°°°°°°°°°°°
°°°°°
.
 

 

INFORMAZIONI ED UTILITÀ UMANISTICHE

 

 

 

Un portale europeo per i dati della ricerca?

“Lo scorso novembre 2010 la Commissione Europea ha organizzato un tavolo tecnico per discutere di requisiti e obiettivi per un possibile portale paneuropeo dei dati della ricerca, invitando esperti riconosciuti sull’argomento. Secondo questi esperti, un simile portale darebbe valore aggiunto alle iniziative sia nazionali che locali, aumentando la trasparenza dei dati a livello europeo. Inoltre, ritengono che un portale per i dati della ricerca potrà aiutare la stesura di policies più efficaci, migliorare l’efficienza dei processi amministrativi e commerciali dipendenti dall’uso dei dati, e infine stimolare lo sviluppo economico attraverso il riuso dei dati in tutta Europa.(cit. da: Ciber Newsletter  11/1/11)

http://cordis.europa.eu/fp7/ict/content-knowledge/docs/report-ws-pan-eu-dat-porta_en.pdf

 

Regole e suggerimenti per la redazione degli atti amministrativi

L’ Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica del Consiglio Nazionale delle Ricerche ha pubblicato, online e gratuitamente, un manuale di riferimento per la semplificazione del linguaggio amministrativo e burocratico: alla stesura ha collaborato anche l’ Accademia della Crusca.

Il manuale Regole e suggerimenti per la redazione degli atti amministrativi...nasce per fornire una guida alla redazione degli atti per tutti i funzionari della pubblica amministrazione, può essere utile soprattutto a quelli che, provenendo da percorsi formativi tecnico-scientifici o umanistico-letterari, non hanno una specifica formazione giuridica”. (visto il 19/1/11)

http://www.ittig.cnr.it/Ricerca/Testi/ManualeRegoleRedazioneAttiAmm2010.pdf

 

Noi Italia - 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo

Sito dell’ ISTAT che “…offre un quadro d’insieme dei diversi aspetti economici, sociali, demografici e ambientali del nostro Paese, della sua collocazione nel contesto europeo e delle differenze regionali che lo caratterizzano. Il prodotto arricchisce l’ampia e articolata produzione dell’Istat attraverso la proposta di indicatori, aggiornati e puntuali, che spaziano dall’economia alla cultura, al mercato del lavoro, alle condizioni economiche delle famiglie, alle infrastrutture, alla finanza pubblica, all’ambiente, alle tecnologie e all’innovazione. Gli indicatori, raccolti in 120 schede e distribuiti su 19 settori di interesse, si possono consultare in modo interattivo per settori e per singole schede, scaricare su un foglio elettronico, approfondire con i link presenti in ogni pagina.” (cit. dal web propr. 2/2/11)

In evidenza l’ istruzione  e la  cultura.

http://noi-italia.istat.it/

  

DiRT  -  Digital Research Tools  

“This wiki collects information about tools and resources that can help scholars (particularly in the humanities and social sciences) conduct research more efficiently or creatively.  Whether you need software to help you manage citations, author a multimedia work, or analyze texts, Digital Research Tools will help you find what you're looking for. We provide a directory of tools organized by research activity, as well as reviews of select tools in which we not only describe the tool's features, but also explore how it might be employed most effectively by researchers.” (cit. dal web propr. 22/2/11)

https://digitalresearchtools.pbworks.com/w/page/17801672/FrontPage

 

Dizionari storici della lingua francese

-La terza edizione (1552) del Dictionarium latinogallicum di Robert Estienne

-Jean Nicot (1606): Thresor de la langue françoyse, tant ancienne que moderne

-I dizionari di R. Estienne e J. Nicot più “Le Grand dictionaire françois-latin (1593-1628)” nell’unica base dati “RenDico

-Randle Cotgrave (1611):  A Dictionarie of the French and English Tongues

-Pierre Borel (1655):  Tresor de recherches et antiquitez gauloises et françoises  

-La prima edizione (1694) del Dictionnaire de l'Académie Française

-François Lacombe (1761):  Dictionnaire du vieux langage françois

-Pierre Bayle (1740):  Dictionnaire historique et critique

-La quarta edizione (1762) del Dictionnaire de l'Académie Française

-C. Panckoucke (1771):  Le grand vocabulaire françois

-Jean-François Féraud  (1787-1788):  Le Dictionaire critique de la langue française

-La quinta edizione (1798) del Dictionnaire de l'Académie Française

-Dictionnaires d'Autrefois: ricerca contemporanea in  Thresor de la langue française de Jean Nicot (1606), le Dictionaire critique de la langue française de Jean-François Féraud (Marseille, Mossy 1787-1788) et le Dictionnaire de L'Académie française 1ère (1694), 4ème (1762), 5ème (1798), 6ème (1835), et 8ème (1932-5) éditions

  

Archivi del Novecento - la memoria in rete

Il progetto Archivi del Novecento - la memoria in rete, promosso nel 1991 dal Consorzio BAICR Sistema Cultura, cui subito aderirono numerosi altri istituti culturali, è volto a costituire una rete di archivi finalizzata all’individuazione e alla valorizzazione delle fonti per la storia italiana del Novecento

L’utilizzazione degli strumenti informatici…permette oggi sempre più l’integrazione delle fonti e la ricostruzione virtuale di fondi collocati in istituzioni che, pur mantenendo l’autonomia di ricerca e di gestione, vengono a costituire un tessuto informativo coerente. Una lunga esperienza di collaborazione fra istituti ha reso consapevoli i responsabili, storici e archivisti, che il valore conoscitivo dei documenti rispetto alla collettività, sta non solo nella fisionomia del singolo archivio o delle singole carte ma nell’emergere di quella fitta trama di rapporti fra personaggi e contenuti, quintessenza della produzione di idee e di culture. Valorizzare questa complementarietà è insieme un obiettivo di politica culturale e un metodo di lavoro che produce sia maggiore informazione sia nuovi strumenti per la ricerca, in linea con l’evoluzione delle tecnologie…

Attualmente: 84 istituti aderenti alla rete con 724 fondi archivistici descritti in banca dati: 394 a livello di fondo, 64 a livello di serie, 217 a livello di fascicolo/registro, 49 a livello documentale, 41337 immagini e file pdf.(cit. dal web propr. 23/2/11)

http://www.archividelnovecento.it/archivinovecento/

 

Museimpresa  -  Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa

“Associazione...nata a Milano nel 2001 con l’obiettivo di individuare, promuovere e mettere in rete le imprese che hanno scelto di privilegiare la cultura nelle proprie strategie di comunicazione, come strumento di sviluppo economico e valore aggiunto per l’azienda...

...Le aziende e gli enti che aderiscono a Museimpresa offrono una ricca panoramica della storia produttiva, culturale e progettuale del nostro paese e delle sue eccellenze nei principali settori del made in Italy: design, food, moda, motori, ma anche economia e ricerca.

Il racconto dell’impresa e dei suoi protagonisti è affidato ai documenti (tecnici, amministrativi, commerciali), ai materiali iconografici, ai prodotti e macchinari conservati e valorizzati all’interno degli archivi e dei musei d’impresa. Segni materiali che possono considerarsi a tutti gli effetti beni culturali, espressione delle valenze etiche ed estetiche dell’impresa e della capacità di innovazione che dal passato si trasmette al presente.(cit. dal web propr. 23/2/11)

http://www.museimpresa.com/

 

 

 

 

PUBBLICAZIONI  OPEN-ACCESS

Bryn Mawr Classical Review

Publishes timely reviews of current scholarly work in the field of classical studies (including archaeology). (visto il 23/2/11)

Artifara

Revista de lenguas y literaturas ibéricas y latinoamericanas. (visto il 23/2/11)

Annali del Dipartimento di Filosofia dell'Università di Firenze

Online dal 2002: consente di essere avvertiti delle nuove uscite. (visto il 23/2/11)

 

 

 

ARTICOLI  -  SEGNALAZIONI  -  RECENSIONI

Resoconti su seminari sull’Accesso Aperto (ottobre-novembre 2010) su Aida Informazioni

(cit. da: Ciber Newsletter  11/1/11)

L’Impact Factor delle riviste open access

(cit. da: Ciber Newsletter  18/1/11)

 


 

inizio

 

 

 

STRUMENTI, TECNICHE E SUGGERIMENTI PER LA RICERCA

 

 

Acronyma

Motore di ricerca per acronimi: attualmente opera su sette lingue (english, español, français, deutsch, nederlands, italiano, português). Oltre a sciogliere la sigla raggruppando i risultati a seconda delle lingue considerate (es. SAS cercato come acronimo, dà 51 risultati in inglese e 1 in italiano), consente anche di fare la ricerca considerando la parola cercata come suffisso, prefisso o parte di altre voci derivanti da sigle (es. SAS cercato come parola riporta moltissimi risultati tra i quali KS = Kansas e Sask =  Saskatchewan). (visto il 5/1/11)

http://www.acronyma.com/

 

Google HotPot - un motore di consigli

Quando si cerca un ristorante, un hotel o un bar, la destinazione migliore sarà o la più vicina, o la più gradita dai propri amici, o la più consona per i propri gusti, oppure ancora una combinazione dei tre elementi. Google HotPot tenta quindi di combinare questi elementi per trovare, soprattutto in mobilità, il miglior risultato per le ricerche che l'utente va a compiere. Google HotPot apre ora anche all'Italia, ma appare ancora come una scatola vuota che esprimerà vera utilità soltanto quando l'utenza vi avrà inserito le proprie raccomandazioni, i propri voti, le proprie preferenze.(cit. da Webnews 3/2/11)

http://www.google.com/hotpot

 

 

inizio

 

 

 

***************************
A cura di   Carlo Favale
Internet per gli Umanisti   http://portale.unitn.it/biblio/lett/iu.htm
 

 

Nota:
1-Il presente notiziario ha lo scopo di fornire indicazioni  per la ricerca online in ambito di discipline umanistiche e di strumenti utili per la medesima. Il sito è costruito in base agli interessi culturali gravitanti intorno alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento, tenendo tuttavia presenti  anche ambiti più ampi e generali

2-È tassativamente esclusa qualsiasi intenzione di pubblicità palese od occulta: l'indicazione di eventuali siti commerciali tiene conto unicamente dei contenuti atti a soddisfare il punto precedente senza alcun riferimento alla parte commerciale dei siti in oggetto.

 

 

 



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
 ciau Sa'!

;-)))