Citare una risorsa elettronica
di Véronique Ginouvès



Lo specialista di discipline umanistiche che usa internet è sempre preciso nella citazione delle fonti elettroniche quando prepara la sua bibliografia? Quasi mai. E tuttavia non sarebbe dificile: esistono le regole per la citazione di risorse elettroniche e si trovano anche manuali online (in francese ed in inglese).
Se consultate diversi siti, vi rendete subito conto che, nonostante la normalizzazione, le proposte non sono sempre identiche. Naturalmente: poiché bisogna considerare diversi aspetti. Il riferimento alle date riguardo a un sito web, per esempio, non è così ovvio da determinare. Si può trovare sulla pagina la data dell’ultimo aggiornamento del sito (“Dernière modification le…”, “Last revised…” oppure “Ultimo aggiornamento il…”). Ciò è certamente importante, però i gestori dei siti non indicano questa data in modo sistematico. In qualche caso può accadere addirittura di avere più date per una stessa pagina.
Se poi qualcuno vuole cercare la data di creazione e di pubblicazione del sito, la faccenda si complica. Le date di creazione e di aggiornamento non devono essere confuse con quelle segnalate per i riferimenti bibliografici: la data da indicare è quella della consultazione effettuata del sito  perché, nel mondo continuamente in evoluzione di internet, permette di sapere quando il documento è stato realmente accessibile.
Nessun metodo di citazione potrà tuttavia eliminare il problema di siti cessati e di cambiamenti di indirizzo. Sarà possibile che questa norma d’uso si chiarisca quando verrà definita la questione del deposito legale di questo tipo di documenti?
Possono essere descritti diversi tipi di risorse su differenti supporti, per cui vi indico diverse guide per le istruzioni. A voi comunque spetta di decidere qual è lo scopo della vostra descrizione prima di procedere. Io qui ricorderò soltanto il modo di indicare alcune tipologie di documenti tra i più consultati nella rete: un sito web, un catalogo di biblioteca, un articolo, una fonte.

Le risorse in linea per aiutare a citare un documento elettronico

In francese il documento più completo (copre l’insieme dei supporti elettronici) è disponibile presso l’Università Laval (Québec). Gli autori riportano tutte le regole di base della citazione adattandole alle tipologie dei documenti nel web, dai curricula personali alle basi di dati. La normativa adoperata è il Turabian Citation Style.
Blanchet, Robert et Caron, Rosaire. "Comment citer un document électronique?". 17 avril 2004. In Université Laval. Bibliothèque. Site de la Bibliothèque de l'Université Laval, [En ligne]. http://www.bibl.ulaval.ca/doelec/citedoce.html [13 novembre 2004].

Maurice Crouse, dell’Università di Menphis, ha realizzato un documento di riferimento sulla citazione delle risorse elettroniche che si rivolge soprattutto agli storici. Anche lui utilizza il Turabian Citation Style:
Crouse, Maurice. Citing electronic information in history papers. 7 juillet 2004. [En ligne]. http://cas.memphis.edu/~mcrouse/elcite.html [13 novembre 2004].

Il sito della MLA [Modern Language Association of America] dà degli esempi molto curati dello stile da loro adottato e fornisce una lista degli elementi da prendere in considerazione.
MLA Style: Documenting Sources from the World Wide Web. How do I document sources from the Web in my works-cited list? 12 avril 2004
http://www.mla.org/publications/style/style_faq/style_faq4/ [13 novembre 2004].

Sul  sito della Library of Congress, i suggerimenti vertono su tutti i tipi di documenti in rete ma con particolare riferimento a quelli iconografici e a quelli sonori, con degli esempi molto concreti. Presentano sia Turabian Citation Style che il MLA-style Citation Format :
Library of Congress. Citing Electronic Resources, 5 décembre 2003 [En ligne]. http://lcweb2.loc.gov/ammem/ndlpedu/start/cite/index.html [13 novembre 2004]

Il sito del  Cerise descrive  le norme classiche di catalogazione dei professionisti dell’informazione (norme ISO 690-2 e Z 44-005-2) ma tuttavia rimanda alle norme del MLA-style Citation Format.
Cerise [Conseil aux Etudiants pour une Recherche d’Information Spécialisée Efficace] – Tutoriel méthodologie. Citer un document, 1999. [En ligne]. http://web.ccr.jussieu.fr/urfist/cerise/p85.htm [13 novembre 2004].
e
Cerise [Conseil aux Etudiants pour une Recherche d’Information Spécialisée Efficace] – Tutoriel méthodologie. Comment citer un document ? style MLA pour les références bibliographiques, Novembre 1998. [En ligne].
http://web.ccr.jussieu.fr/urfist/cerise/Citemla.htm [13 novembre 2004].
 


Qualche esempio di citazione



Modello base per un sito Web
Autore (Ente o autore persona fisica nel caso di una pagina personale). « Titolo della pagina iniziale », data dell’ultimo aggiornamento se è conosciuta, [In rete] Indirizzo elettronico del sito (giorno, mese, anno della consultazione)
Esempio :
Pôle image, son, recherche en Sciences-Humaines, « Imageson.org » [In rete] http://www.imageson.org (13 novembre 2004)

Modello base per una risorsa Internet
Autore (Ente o autore persona fisica nel caso di una pagina personale). «Titolo della risorsa», data dell’ultimo aggiornamento se è conosciuta, [In rete] Indirizzo elettronico del sito (giorno, mese, anno della consultazione)
Esempio :
Bibliothèque nationale de France. « Guide de recherche en bibliothèque : collections imprimées et audiovisuelles » [In rete] http://grebib.bnf.fr/ (13 novembre 2004)

Modello base per un catalogo di biblioteca
Autore. Titolo del catalogo [Tipo di supporto]. Indirizzo elettronico: fornire l’indirizzo che dà l’accesso al catalogo cioè, l’indirizzo URL per una versione Web, quello Telnet per un accesso Telnet  (giorno, mese, anno della consultazione)
Esempio :
Bibliothèque nationale de France. Catalogue BN-OPALE PLUS [In rete]. http://catalogue.bnf.fr/ (13 novembre 2004)

Modello base per un articolo di un periodico elettronico
Autore. «Titolo dell’articole». Titolo del periodico, volume, numero, anno, mese, [In rete] Indirizzo elettronico dell’articolo (giorno, mese, anno della consultazione)
Esempio :
Ducourtrieux, Christine. « L’édition électronique en quête de définition(s) ». Le Médiéviste et l’ordinateur, 43, 2004 [In rete] http://lemo.irht.cnrs.fr/43/43-02.htm (13 novembre 2004)

Modello base per una tesi  (testo integrale)
Autore, Titolo della tesi (Livello di diploma – Nome dell’università), data della discussione [In rete] Indirizzo : fornire l’informazione necessaria per rintracciare la tesi seguita eventalmente dal formato del testo (giorno, mese, anno della consultazione)
Esempio :
Sillans, Cyril. Au service du diable. Pour une histoire de la gestion des risques. — Incendies et organisation de secours : Lyon, 1852-1913 (Doctorat d’histoire - Université Lumière Lyon 2, France), septembre 2000 [In rete]
http://demeter.univ-lyon2.fr:8080/sdx/theses/notice.xsp?id=lyon2.2000.sillans_c-principal&id_doc=lyon2.2000.sillans_c&isid=lyon2.2000.sillans_c&base=documents&dn=1 (13 novembre 2004)
 

Ricordo infine che la citazione di un documento è normalizzata a livello internazionale dalla norma  ISO 690, e per la Francia dall'AFNOR, norme Z 44-005 « Documentation - Référence bibliographique : contenu, forme et structure » La sua estensione alla citazione di un documento elettronico fa riferimento alle norme ISO 690-2 o NF ISO 690-2 (Z 44-OO5-2).

Nel sito di  Bibenligne  è possibile trovare informazioni supplementari nella categoria < Méthodologie >  < Citer une référence électronique >.

Questo articolo è un saggio di una rubrica regolare tenuta da Véronique Ginouvès in Telemme infos.
[http://www.mmsh.univ-aix.fr/telemme/textes/publi/Telemme_Infos/indexTLMinfos.htm]
L' articolo a stampa è stato pubblicato nel maggio  2002. Il suo aggiornameno è stato redatto nel  novembre 2004 ed è stato realizzato per Bibenligne .

(traduzione di Carlo Favale 2.12.2004)
Testo originale: Citer une référence électronique

inizio
indietro